fbpx

Covid, caso Diawara, gialli e ricorsi: come sarebbe la classifica di Serie A senza le partite decise a tavolino?

allianz stadium e diawara

Come sarebbe la classifica di Serie A senza le due partite decise a tavolino, Juventus-Napoli e Verona-Roma?

Che questa stagione di calcio fosse stata un po’ anomala lo si dice da mesi. Già il finale di quella scorsa, conclusasi in poco più di un mese dopo il lungo stop, non la si è potuta definire normale, figurarsi questa, partita in condizioni precarie e proseguita nel pieno di dubbi e incertezze. A, B e C vanno avanti, la D è momentaneamente ferma in attesa di recuperare le gare rinviate, dall’Eccellenza in giù per ora non si gioca. Tutto questo tra caos tamponi, protocolli poco chiari, Asl che bloccano le partenze, dichiarazioni al vitriolo e contrastanti e chi più ne ha più ne metta, all’interno di un circo a cui assistiamo da mesi e che speriamo possa avere via d’uscita nel futuro prossimo. Non con il calcio, ovviamente, anzi non solo per quello. Ma se potremo assistere nuovamente alla presenza dei tifosi allo stadio allora vorrà dire che tutto è stato risolto.

La situazione sopra descritta, però, ha portato alla luce il famoso caso Juventus-Napoli, di cui tanto si è parlato nelle scorse settimane. Al momento il match vede la vittoria a tavolino dei bianconeri per 3-0 e il punto di penalizzazione inflitto agli azzurri. Così come a tavolino è stata decisa la gara tra Hellas Verona e Roma, ma per ben altri motivi, per il famoso caso Diawara. Il centrocampista, infatti, non era stato inserito nella lista degli Over 23. Quella partita era terminata 0-0.

Ad oggi, con quelle due gare decise a tavolino, la classifica si presenta in questo modo.

  1. MILAN 17
  2. SASSUOLO 15
  3. NAPOLI 14
  4. ROMA 14
  5. JUVENTUS 13
  6. ATALANTA 13
  7. VERONA 12
  8. INTER 12
  9. LAZIO 11
  10. SAMPDORIA 10
  11. CAGLIARI 10
  12. SPEZIA 8
  13. FIORENTINA 8
  14. BENEVENTO 6
  15. BOLOGNA 6
  16. PARMA 6
  17. GENOA 5
  18. TORINO 5
  19. UDINESE 4
  20. CROTONE 2

Le due squadre penalizzate, Napoli e Roma, avevano presentato ricorso, ma in entrambi i casi è stato respinto. A prescindere da queste decisioni, però, come sarebbe potuta essere la classifica qualora entrambe le partite non fossero state decise a tavolino? A giovarne sarebbero state sicuramente Napoli e Roma: entrambe guadagnerebbero un punto affiancando il Sassuolo al secondo posto a quota 15 e a -2 dalla capolista Milan. La Juventus e il Verona scivolerebbero invece a quota 10. Di seguito la classifica senza partite decise a tavolino.

  1. MILAN 17
  2. SASSUOLO 15
  3. NAPOLI 15
  4. ROMA 15
  5. ATALANTA 13
  6. INTER 12
  7. LAZIO 11
  8. SAMPDORIA 10
  9. JUVENTUS 10
  10. VERONA 10
  11. CAGLIARI 10
  12. SPEZIA 8
  13. FIORENTINA 8
  14. BENEVENTO 6
  15. BOLOGNA 6
  16. PARMA 6
  17. GENOA 5
  18. TORINO 5
  19. UDINESE 4
  20. CROTONE 2

L’equilibrio di questa prima parte di stagione, favorito anche da una Juventus non brillante – almeno per il momento – verrebbe ancor di più acuito dalla classifica “sul campo“, con Roma e Napoli pronte a recitare un ruolo da protagoniste. Vero, la situazione anomala, la mancanza di pubblico e le tante incertezze potrebbero anche “falsare” l’esito di alcune partite, ma è altrettanto vero che, grossomodo, la prima parte di stagione attuale ha messo in luce i valori visti in campo.

Ricorso Verona-Roma – La FIGC ha deciso: confermato il 3-0 a tavolino