fbpx

Cirillo (Forza Italia Giovani): “la Calabria può ripartire”

Cirillo (Forza Italia Giovani): “il dialogo con gli enti sarà da parte nostra costante, abbiamo preso un impegno e continueremo ad onerarlo nell’interesse esclusivo dei cittadini calabresi”

“Sono trascorse ormai due settimane da quando Jole Santelli ci ha improvvisamente lasciato. Siamo ancora frastornati e intrisi di tristezza, ma la determinazione e la grinta della nostra Presidente sono state per noi un grande insegnamento. In qualità di coordinatore provinciale del gruppo Forza Italia Giovani e come candidato alle passate elezioni regionali mi sento in dovere di porgere un messaggio di sostegno e speranza ai cittadini della nostra amata Regione. È un momento davvero critico, dove la stretta della pandemia attanaglia la già nostra flebile società, sia dal punto di vista sociale ma soprattutto economico. Mi sento in dovere quindi di essere vicino alle imprese ed al comparto scuola che quotidianamente affrontano in prima linea le difficoltà di una strenua ed ardua resistenza all’aumentare dei contagi. Il nostro coordinamento giovanile non si è mai fermato, soprattutto in questo momento storico difficile per il nostro Paese”. E’ quanto scrive in una nota Salvatore Cirillo, Coordinatore Provinciale “Forza Italia Giovani”. “A mio avviso – prosegue– restano evidenti e prioritari i problemi nel settore sanità, la pandemia sottolinea inesorabilmente le criticità del nostro sistema sanitario. È dunque opportuno, a mio parere, nell’attesa di una più incisiva azione di governo, alzare la soglia di monitoraggio attraverso una ancor più forte campagna di sensibilizzazione ai valori sociali, ed in questo i calabresi hanno già dimostrato una maturità ed una identità forte. Con il gruppo provinciale che mi pregio di rappresentare continueremo a sostenere la necessità di investire maggiori risorse nella sanità, negli ospedali, nelle infrastrutture e nell’assunzione di personale professionalizzato. Non è per me accettabile che questi ultimi debbano lavorare in condizioni precarie, facendo turni usuranti e senza alcun supporto. Non di meno mi preme ricordare gli importanti contributi a sostegno delle aziende agroalimentari: 14 milioni del PSR stanziati in anticipo rispetto al cronoprogramma e che a breve verranno distribuiti alle aziende agricole colpite dal Covid e ammesse al contributo. A questi, si evidenziano in aggiunta altri 4 milioni e mezzo per le imprese di consulenza agli agricoltori, ed altri 60 milioni per il triennio 2020-2022 per sostenere lo sviluppo dell’agricoltura biologica. Un messaggio ai nostri coetanei: continuiamo ad essere i protagonisti; siamo il motore trainante della nostra regione, non abbattiamoci e con impegno costruiamo un nostro futuro migliore. L’appello al buonsenso è dunque per tutti, governanti e governati. Il dialogo con gli enti sarà da parte nostra costante, abbiamo preso un impegno e continueremo ad onerarlo nell’interesse esclusivo dei cittadini calabresi. La Calabria deve ripartire; la Calabria può”, conclude.