fbpx

Catania-Vibonese, piacevole scambio sui social: gli etnei augurano a Caffo una pronta guarigione al Covid, il Presidente risponde

Vibonese Presidente Vibonese Pippo Caffo

Catania-Vibonese è già cominciata sui social: attimi di rispetto che rendono migliore il calcio

Messaggi di rispetto che non possono passare inosservati. Come ormai noto da giorni il presidente della Vibonese, Pippo Caffo, è risultato positivo al Covid-19. In isolamento domiciliare, il patron calabrese non avrebbe sviluppato alcuna sintomatologia. A tal proposito non è mancato il supporto da parte anche delle squadre avversarie, tra cui il Calcio Catania, che sfiderà proprio stasera alle ore 20,30 i rossoblu nella sfida valevole per il recupero dell’ottava giornata di Serie C. Nella pagina Facebook degli etnei è infatti apparso il seguente messaggio: “Caro presidente Caffo, purtroppo stasera non avremo il piacere di accoglierti insieme alla tua US Vibonese Calcio al ‘Massimino’, laddove ti emoziona sempre un antico sentimento per la tua terra d’origine e per il Catania, ma attendiamo di poter rivedere presto questo sorriso così gioiosamente sportivo, il tuo. Auguri sinceri di pronta e completa guarigione”.

La risposta del Presidente non si è fatta attendere e tramite i canali ufficiali della Vibonese afferma: “Grazie al Calcio Catania, agli amici, ai tifosi rossazzurri per i messaggi di auguri che in queste ore mi hanno rivolto anche pubblicamente. Commuovente il post pubblicato dalla società etnea che ha voluto così dimostrarmi, per l’ennesima volta, stima e affetto in un momento particolare non solo per me ma per tutta la Vibonese. Una squadra, una città, quella di Catania che, come tutti sanno, porto nel cuore fin da bambino. Purtroppo questo maledetto virus non mi permetterà di essere lì ma con gli abbracci virtuali ricevuti è come se lo fossi. Ovviamente guarderò la partita e soffrirò come se fossi in panchina sicuro di assistere ad una bella serata di calcio trainata dai valori e i principi dello sport che stanno alla base tanto del Catania quanto della Vibonese. Ancora grazie”.