fbpx

Calabria “zona rossa”, il Tar boccia il ricorso della Regione: cresce la rabbia in tutte le città, stasera continuano le proteste

Calabria “zona rossa”: respinto il ricorso del Presidente ff Spirlì

Nessina sospensione del Dpcm del 3 novembre scorso con il quale il Governo ha dichiarato “zona rossa” la Calabria. Lo ha deciso con decreto monocratico il Tar del Lazio. Il Tar ha sottolineato che “non sussistono le condizioni per disporre l’accoglimento della richiesta cautelare monocratica ma che ricorrono i motivi di urgenza per predisporre l’abbreviazione dei termini al fine di consentire la trattazione collegiale dell’istanza cautelare nella camera di consiglio” fissata per il 18 novembre prossimo.

La scelta alimenta ulteriormente la rabbia dei cittadini che si sentono scippati dei loro diritti fondamentali con una ulteriore privazione della libertà assolutamente inadeguata rispetto alla situazione epidemiologica nel territorio regionale. Questa sera infatti sono annunciate nuove proteste in tutte le città della Regione.