fbpx

Calabria ‘zona rossa’ – Si possono vedere i congiunti? La situazione delle coppie a Reggio Calabria

Photo by Pedro Vilela/Getty Images

Calabria ‘zona rossa’, si possono vedere i congiunti? Ecco cosa dice il nuovo DPCM in merito alle visite ai propri partner e parenti

Calabria ‘zona rossa’, si possono vedere i congiunti? – Il nuovo DPCM firmato dal presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte ha diviso l’Italia in 3 aree. Ognuna di esse corrisponde ad un colore differente (giallo, arancione e rosso) che ne indica la gravità dell’emergenza sanitaria sul territorio dovuta alla pandemia di Coronavirus. In base a tale categorizzazione, il governo ha imposto misure più o meno restrittive che impongono leggere limitazioni nelle zone gialle fino ad arrivare ad una sorta di simil-lockdown in stile prima ondata nelle ‘zone rosse‘, quelle considerate ad alto rischio. A colorarsi di rosso sono state solo 4 Regioni: Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta e Calabria, quest’ultima non per una situazione critica legata ai casi e alla diffusione del virus, molto più bassa che in altre Regioni, ma per le difficoltà sanitarie che si avrebbero nel caso in cui i numeri della pandemia si aggravassero portando la situazione al collasso.

Calabria ‘zona rossa’, si possono vedere i congiunti? – Come detto dunque, in Calabria sono vigenti da oggi, venerdì 6 novembre, importanti misure restrittive per far fronte all’emergenza Coronavirus. La domanda che in molti si sono fatti è però la stessa relativa al lockdown della prima ondata: è possibile vedere i congiunti? Giovani coppiette, fidanzati che non abitano nella stessa casa, o semplici parenti che siano, rischiano di perdersi di vista per diverse settimante. Nel nuovo DPCM in effetti non c’è traccia di disposizioni in materia. Restano in vigore dunque le norme che sul tutto il territorio nazionale raccomandano fortemente di non ricevere nelle proprie abitazioni “persone diverse dai conviventi, salvo che per esigenze lavorative o situazioni di necessità e urgenza“. L’indicazione era già contenuta nel precedente DPCM del 24 ottobre.

Calabria ‘zona rossa’, si possono vedere i congiunti? – Nel caso specifico di Reggio Calabria però, entrano in gioco anche le limitazioni relative alla ‘zona rossa’. In Calabria gli spostamenti sono fortemente limitati, anche nello stesso comune di residenza, salvo comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o per motivi di salute. Dunque far visita ad un congiunto è consentito solo se rientra in uno dei casi appena citati. Per ogni spostamento ricordiamo l’obbligatorietà dell’autocertificazione.