fbpx

Calabria, Spirlì: “il Governo ha accettato la proposta di dare la sanità in mano ad un calabrese. Gaudio grande professionista”

Il  Presidente ff Spirlì ha annunciato la nomina del nuovo commissario alla sanità in Calabria

“Da undici anni la gestione Calabria non gestisce la sanità, chi decide è un commissario esterno nominato dal Ministero della Salute o dal Ministero degli Interi. Fino a poco tempo fa c’era il generale Cotticelli, poi nonostante il nostro parere contrario si era provveduto alla nomina del dott. Zuccatelli. Anch’egli oggi ha rassegnato le dimissioni, cosa che avrebbe dovuto fare dal primo minuto. Oggi il Presidente Conte mi ha comunicato che ha accettato la richiesta della Regione Calabria per la scelta del commissario ad acta, inserito all’albo d’oro delle grandi eccellenze calabresi nel mondo. In molti si sono scandalizzati, di un nome che non era ancora scritto. Io mi sono scandalizzato per l’assalto scomposto, ma ritengo che i calabresi siano un popolo di persone garbate e voglio continuare a crederlo. Il mondo dei social che troppo spesso rappresenta se stesso in maniera scellerata ha adesso una sorta di recupero della dignità calabrese, che nei secoli ci ha consentito di camminare sempre a testa alta”. Ad affermarlo in una diretta Facebook il presidente ff della Regione Calabria Nino Spirlì.

“Il Governo ha accettato che fosse un calabrese ad amministrare la sanità – ha continuato Spirlì – , che potesse un calabrese prendere in mano la situazione, conoscendone il respiro. E oggi ha proposto il rettore Gaudio. Professionista dal grande curriculum, molto capace del punto di vista gestionale. Figlio di questa terra io lo immagino come assessore alla sanità. Al Governo e ai ministri ho dato la massima disponibilità per rappresentare al meglio i calabresi fin quando sarò chiamato a farlo. Non ho mai pensato di sostituire la grande Jole Santelli, ma al tempo stesso questa regione non può fare a meno di un presidente”.

“Ho ricevuto e ne sono fiero il ringraziamento per quanto fatto in questi giorni di mancanza di responsabili. Abbiamo installato posti letto, ottenuto 4 ospedali da campo che sono delle ottime tensostrutture richieste da tante città del Nord e saranno montate a Crotone, Locri, Vibo Valentia e Cosenza. Il nuovo commissario ad acta sarà accolto da noi con lo spirito di massima collaborazione. Da oggi tornerò ad occuparmi di tutto ciò che è di competenza del presidente di Regione e sarò al fianco del prof. Gaudio. Sul discorso scuola, sono state prese alcune decisioni seguendo giusti criteri e utilizzando tanto buon senso”.

Il presidente ff Spirlì chiude con un messaggio forte il suo discorso: “Ai ribelli dico, che bisogna sapersi ribellare nel modo giusto, altrimenti questo porta alla nascita di un sentimento cattivo, che è l’odio. E i calabresi non hanno mai odiato nessuno”.