fbpx

Calabria: il neo commissario Zuccatelli e quelle “catene social” che lasciano senza parole

/

I post della serie “copia e incolla sul tuo profilo” sono stati notati da molti calabresi che sono andati a controllare il suo profilo Facebook

Verrebbe quasi da ridere, se solo non si trattasse di una roba seria. Ha generato enormi polemiche la nomina di Giuseppe Zuccatelli come nuovo commissario della sanità. Chiamato a sostituire l’ex generale dei carabinieri Saverio Cotticelli, il fidato amico di Bersani e compagno di partito del Ministro Speranza ha già fatto un esordio shock agli occhi dei cittadini con l’ormai virale frase: “le mascherine non servono a un cazzo, per prenderti il virus devi baciarmi con la lingua 15 minuti”. Eppure le figuracce del 76enne romagnolo non finiscono qui, perché andando a controllare il suo profilo Facebook c’è da mettersi le mani ai capelli: come si può vedere dagli screen in alto, il nuovo numero uno della sanità in Calabria è uno dei classici “pensionati” che condividono catene social senza senso. I post della serie “copia e incolla sul tuo profilo” potrebbero passare anche inosservati se a farli circolare sia un nonnino di quelli che consultano ancora il televideo, ma qui si tratta di un profilo scelto chiamato a tutelare la vita di 2 milioni di persone. E queste cose non fanno altro che metterlo ancora più in cattiva luce. Chissà, magari Zuccatelli non sarà bravo a riconoscere le bufale del web, però riuscirà rimettere in piedi l’organizzazione sanitaria regionale, ma tutto al momento sembra soltanto una presa per i fondelli nei confronti dei calabresi che si trovano ad affrontare la pandemia del Coronavirus senza alcuna tutela da parte dello Stato.

Calabria, Speranza sostiene Zuccatelli: “un video rubato non cancella 30 anni di curriculum”