fbpx

Calabria, ex assessore di Parma regala il suo libro a Tallini: “contro di lui le mie stesse accuse, fiducia nella giustizia”

Foto di Attilio Morabito

‘Ndrangheta, Bernini si schiera al fianco di Tallini: “per me come un fratello, piccolo dono per condividere insieme un momento di amarezza”

Giovanni Paolo Bernini, ex assessore di Parma di Forza Italia, annuncia la personale intenzione di regalare il suo libro ‘Storie di ordinaria ingiustizia’ al collega azzurro Domenico Tallini, presidente del Consiglio regionale della Calabria, arrestato la scorsa settimana. “Un piccolo dono per condividere insieme un momento di amarezza e sconcerto che ho già vissuto”, dice Bernini, che è stato imputato nel processo di ‘ndrangheta denominato ‘Aemilia’ in Emilia-Romagna: accusato inizialmente di concorso esterno in associazione mafiosa e poi di voto di scambio politico-mafioso, è stato prosciolto in via definitiva con la dichiarazione di prescrizione del reato di corruzione elettorale ‘semplice’. Ha scritto un libro-denuncia, dove si dice vittima di “malagiustizia politica”. “Anche se non lo conosco personalmente – dice ora Bernini parlando di Tallini – è come fosse mio fratello perché nei suoi confronti sono state rivolte le medesime accuse da me subite. Gli auguro di uscire completamente scagionato dall’inchiesta. Malgrado la situazione, bisogna sempre credere nella giustizia poiché quando si è innocente la verità emerge sempre”.

Arresto Tallini, Giachetti (IV): “la parola “impresentabile” prescinde dalla Costituzione. La presunzione di innocenza è un principio giuridico”