fbpx

Calabrese uccide la compagna a coltellate, poi si costituisce con le mani ancora sporche di sangue [NOMI e DETTAGLI]

Calabrese uccide la compagna a coltellate, poi si costituisce con le mani ancora sporche di sangue. L’uomo è stato arrestato con l’accusa di omicidio volontario pluriaggravato

Tragedia in Friuli Venezia Giulia dove una giovane di 32 anni è stata uccisa dal compagno a Roveredo in Piano, in provincia di Pordenone. Si chiama Aurelia Laurenti ed era mamma di due bambini di 8 e 3 anni. L’uomo, Giuseppe Forciniti, di 33 anni, originario di Cosenza, nella notte, le ha inferto numerose coltellate. Subito dopo si è recato in Questura per andare a costituirsi. Aveva ancora le mani sporche di sangue. L’uomo è stato arrestato con l’accusa di omicidio volontario pluriaggravato.