fbpx

Conte spaventa l’Inter: “ho due anni di contratto, ma tornerei in Premier League”

Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images

Antonio Conte mette paura all’Inter: l’allenatore nerazzurro ha 2 anni di contratto, ma vorrebbe tornare ad allenare in Inghilterra in futuro

Grazie ad Antonio Conte l’Inter ha fatto il tanto atteso salto di qualità. I nerazzurri hanno cambiato mentalità, innalzato il livello del proprio gioco ed acquistato calciatori di spessore mondiale come Lukaku e Hakimi, pedine fondamentali per un buon percorso in Champions League e soprattutto per la vittoria del tanto atteso scudetto che manca dall’epoca di Mourinho. Conte non ha mai mancato l’occasione però di far sentire la propria voce, anche critica, nei cfronti della società. Malumori e mal di pancia sono stati tutt’altro che rare eccezioni nella sua ancor breve parentesi in nerazzurro. Breve prentesi che rischia di restare tale visto che in futuro Conte vorrebbe tornare ad allenare in Premier League. Lo ha ammesso lo stesso tecnico nerazzurro al ‘The Telegraph’ spiegando: “ho questa stagione e un altro anno di contratto con l’Inter e ho iniziato un progetto qui e, sinceramente, voglio continuare e restare per molti anni perché stiamo costruendo le basi. Ma sicuramente nel mio futuro vorrei tornare in Inghilterra per fare un’altra esperienza“.

Conte ha poi ricordato con piacere i successi al Chelsea: “vincere nella mia prima stagione con il Chelsea è stato incredibile perché l’anno prima eravamo arrivati al 10° posto in classifica e il nostro mercato non era stato importante. Ricordo che volevo N’Golo Kante ed è stato un acquisto incredibile per noi. Poi abbiamo comprato Marcos Alonso e all’epoca giocava con la Fiorentina e non tutte le persone nel club erano al 100% dalla mia parte su questo acquisto. In quella stagione abbiamo vinto il titolo e giocato la finale di FA Cup contro l’Arsenal. Penso che quel periodo sia stato un incredibile successo per me, per i giocatori e per la società“.