fbpx

Al via ‘Clean Together Day’ nelle scuole per imparare buone pratiche anti-Covid

Roma, 3 nov. (Adnkronos) – Il clima di incertezza che stiamo attraversando si riversa su molteplici ambiti, tra cui quello della scuola. La nuova normalità vede migliaia di studenti e insegnanti destreggiarsi tra lezioni a distanza, norme di sicurezza e la preoccupazione di trovarsi in un ambiente sufficientemente sicuro e protetto.
Per supportare le scuole italiane, Lysoform e Fondo Scuola Italia sono quindi scesi in campo con un obiettivo comune: sanificare gli istituti scolastici e insegnare le buone pratiche di igiene e protezione. Da questa idea è nato il progetto ‘La Protezione Tiene Banco”, iniziato con la sanificazione di oltre 100 scuole, svolta tra settembre e metà ottobre, e la distribuzione di 1.500 litri di gel mani, per un totale di oltre 30mila persone coinvolte tra studenti, insegnanti e personale non docente.
L’evoluzione del progetto ha visto protagonisti gli istituti: in questi giorni si sta infatti svolgendo il #CleanTogetherDay, un momento che insegnanti e alunni dedicano a imparare, anche divertendosi, le buone pratiche anti-Covid. Attraverso giochi, racconti, fiabe e con i consigli degli esperti che partecipano al progetto, il Dottor Piercarlo Salari, pediatra, e la Dottoressa Elena Urso, pedagogista, gli studenti ripassano i piccoli gesti quotidiani che hanno un grande valore in termini di salute e rispetto nei confronti degli altri.
Da Bologna a Roma, da Milano a Bari sono decine i dirigenti scolastici che hanno dato la loro adesione a partecipare – in presenza o da remoto. A disposizione delle scuole vi sono diversi materiali – disponibili anche in formato digitale sul sito di – preparati con il supporto scientifico degli esperti. Ogni contenuto è stato pensato per assolvere a un determinato obiettivo: Spiegare le buone pratiche di igiene quotidiana e piccoli gesti di protezione con un linguaggio e con attività adatte ai bambini, come quiz e giochi; Supportare insegnanti e genitori mettendo a loro disposizione i video degli esperti e le infografiche; contenuti ricchi di informazioni scientifiche e consigli pedagogici su come trasmettere correttamente le nozioni più importanti ai bambini; Spiegare il Covid in modo semplice e comprensibile ai bambini, tramite una fiaba e un testo preparato dagli esperti appositamente per loro.
Se è vero, infatti, che la giornata è dedicata agli alunni, particolare attenzione viene rivolta anche agli adulti, coloro che si sono trovati di fronte alla grande sfida di comunicare ai più piccoli come proteggersi dal Covid, attraverso un linguaggio e dei simboli adatti.
‘Il ruolo degli insegnanti è centrale in questa fase” ha concluso la Dottoressa Elena Urso, pedagogista. ‘Le loro parole e soprattutto il loro esempio hanno un’efficacia fondamentale. Per i più piccoli, ad esempio, è utile istituire anche una volta alla settimana un momento di confronto per ripassare le buone pratiche ma soprattutto per far esprimere liberamente emozioni e sensazioni. Per questo, racconti, fiabe, disegni rappresentano gli strumenti più idonei. Per i ragazzi più grandi si possono utilizzare articoli con dati e numeri per avviare la discussione. Tutto questo con lo scopo di tenere alta l’attenzione e esplicitare la loro emotività”.
Tutte le buone pratiche imparate durante il Clean Together Day non vanno dimenticate ma vanno replicate in modo costante, ogni giorno. Piccole azioni che tutte insieme portano ciascuna il proprio contributo per la protezione e la sicurezza di tutti.
‘Il bambino è un terreno fertile ed è opportuno cominciare a coltivarlo sin dall’età prescolare, soprattutto di fronte alla necessità di veicolare norme igieniche, di cui le regole per la prevenzione della diffusione del COVID-19 sono un esempio quanto mai esplicito e attuale”, commenta il dott. Piercarlo Salari, pediatra . ‘Gli educatori e gli insegnanti sono per lui un riferimento autorevole, ed è per questo che la scuola è la sede ottimale per promuovere l’apprendimento di modelli comportamentali che devono poi consolidarsi e trovare un riscontro di coerenza nell’ambito familiare.”
Da sempre Lysoform ha nel proprio DNA la protezione e ha quindi deciso di rendere concreta questa lezione partendo dalla scuola, il luogo più simile alla casa, attraverso prodotti per la sanificazione e materiali educativi per alunni, docenti ed insegnanti.
“In questo particolare momento storico, in cui alcune scuole sono chiuse e altre hanno adottato una didattica a distanza, risulta ancora più vitale, per garantire la continuità all’istruzione di bambini e ragazzi, cercare di lavorare assieme ad istituzioni, famiglie, ed impresa” ha commentato Ugo De Giovanni, Marketing Director Home & Personal Care Unilever Italia.
‘Ci è sembrato quindi doveroso fare la nostra parte. Quello di Lysoform è un piccolo gesto, come quelli dell’igiene quotidiana che ora più che mai tutti noi siamo tenuti a ripetere ogni giorno. Un gesto col quale vogliamo dare attenzione a piccole e buone pratiche in termini di sicurezza, igiene e protezione, ovvero tutte quelle caratteristiche che da sempre ci guidano nella creazione dei nostri prodotti”.