fbpx

Ue: M5S, ‘riforma Pac compromesso a ribasso, danneggia nostri agricoltori’

Roma, 22 ott. (Adnkronos) – “Il Parlamento europeo ha dato il peggio di sè sul voto sulla riforma della Politica Agricola Comune (Pac) che, temiamo, si sia trasformata in un’operazione di mero greenwashing capace solo di danneggiare i nostri piccoli produttori. I compromessi al ribasso raggiunti sul testo dai maggiori gruppi politici (PPE, S&D e RENEW) pregiudicano fortemente la possibilità che la nuova Pac possa contribuire al raggiungimento degli obiettivi climatici, ambientali, di protezione della natura e sociali che l’Europa si è data con il Green Deal europeo, come addirittura sottolineato dallo stesso Commissario all’agricoltura Wojciechowski”. E’ l’accusa mossa dagli europarlamentari M5S Eleonora Evi, Rosa D’Amato, Piernicola Pedicini, Laura Ferrara e Ignazio Corrao.
“Inoltre -incalzano i 5 Stelle – il processo di stesura dei compromessi e di votazione durante questa plenaria è stato gestito in maniera opaca e con forzature gravi e intollerabili su un voto che impatterà la vita di milioni di cittadini e che vale circa un terzo del bilancio UE. Ci siamo opposti ai compromessi al ribasso negoziati da PPE SD e Renew. Ci siamo rifiutati di sostenere un testo debole e annacquato, che mantiene molte storture della Pac attuale, come le sovvenzioni erogate in base agli ettari di produzione, con la conseguenza di una distribuzione non equa degli aiuti, poiché il 20% dei produttori riceve l’80% delle sovvenzioni della Pac”.