fbpx

Striscioni tifosi Cosenza al Granillo, Guarascio: “Come società prendiamo le distanze”

guarascio presidente cosenza Gettyimages / Maurizio Lagana

Anche il presidente del Cosenza Eugenio Guarascio, a nome del club, prende le distanze dagli striscioni dei tifosi rossoblu esposti al Granillo

Il Presidente Eugenio Guarascio ha voluto condannare con fermezza il gesto e il contenuto dello striscione apparso all’esterno dello stadio Oreste Granillo di Reggio Calabria: “Non rappresentano i colori rossoblù coloro che hanno esposto il volgare e offensivo striscione apparso oggi all’esterno dello stadio Granillo a Reggio Calabria”, si legge in una nota ufficiale apparsa sul sito del club.

“Il tifo e il sostegno alla propria squadra non devono mai tracimare nell’insulto triviale e dai contenuti lesivi per un’intera comunità e il nostro impegno, tanto più in una giornata particolare per il calcio calabrese con in programma il derby fra Cosenza e Reggio Calabria, è da sempre finalizzato a coltivare e promuovere i valori dello sport e della sana competizione. Come società, d’accordo con giocatori e staff, prendiamo dunque le distanze da questo gesto che basta da solo a qualificare chi lo ha compiuto: siamo infatti convinti del fatto che i principi che da sempre animano i nostri veri tifosi sono lontani da ogni forma di violenta generalizzazione e di volgarità verso una grande città qual è quella di Reggio Calabria”.

Reggina-Cosenza, il doppio ex Savoldi a StrettoWeb. Le provocazioni di Di Sole, l’accoglienza al San Vito e lo striscione di oggi: “Mi viene da sorridere…”

Striscione tifosi Cosenza al Granillo, il Sindaco Falcomatà: “Se offendi una città calabrese offendi tutta la Calabria”