fbpx

Sicilia, il viceministro Cancelleri: “Musumeci chiude le scuole perché ha fallito”

musumeci

Sicilia, il viceministro Cancelleri contro Musumeci: “ecco un altro Governatore che al posto di prevedere, pianificare e organizzare, quindi lavorare, sceglie la via più semplice: chiudere le scuole”

“Ecco un altro Governatore che al posto di prevedere, pianificare e organizzare, quindi lavorare, sceglie la via più semplice: chiudere le scuole”, il duro attacco del vice ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Giancarlo Cancelleri, alla luce della nuova ordinanza del presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, tra cui la chiusura delle scuole superiori siciliane. “Musumeci chiude le scuole? È il suo fallimento. I numeri parlano chiaro, non è la scuola il problema per il diffondersi dei Covid, a fronte di un indice del contagio nazionale dell’11,05%, il ministero della Salute rassicura che nelle scuole quel dato è solo del 3%, quindi, lo ripeto, non sono le scuole il problema. La ministra Azzolina e il Governo hanno fatto un ottimo lavoro di preparazione a questo momento e i numeri lo sottolineano. I protocolli messi in atto stanno funzionando e chiudere le scuole adesso vuol dire dare un problema in più alle famiglie, allontanare i ragazzi da luoghi sicuri e di apprendimento e mandarli in giro a fare assembramenti. Questo è gravissimo se pensiamo a quanti mesi i ragazzi sono rimasti a casa e a tutti gli sforzi che il Governo ha fatto per far ripartire in sicurezza le lezioni”. “Musumeci potrebbe dire che il problema non sono le scuole ma come ci arrivano i ragazzi a scuola? Bene lo smentisco anche su questo, infatti non sono nemmeno i trasporti il problema dei contagi. Il Governo di Roma ha già erogato 150 milioni di euro per permettere alle regioni di potenziare il trasporto pubblico locale mettendo al lavoro le aziende di bus turistici, e altri 150 milioni saranno assegnati ed erogati la prossima settimana in sede di conferenza Stato Regioni. 300 milioni in totale di cui più di 14 milioni sono destinati alla Sicilia, e Musumeci è tra quei presidenti di regione che non hanno ancora risposto all’interpello del Ministero delle Infrastrutture riguardo alle spese effettuate per il tpl proprio per l’utilizzo di questi fondi. Abbiamo da un lato tantissime aziende di bus turistici con i loro operatori in cassa integrazione e dall’altro tantissimi cittadini che rimangono a terra per via del distanziamento imposto a bordo dei mezzi e la carenza degli stessi. Inconcepibile tutto ciò, lasciare soldi fermi e non metterli a disposizione per risolvere i problemi è da irresponsabili. Perché invece di chiudere le scuole non ha speso i soldi per potenziare il servizio?” continua il viceministro Cancelleri. “Troppo facile chiudere le scuole e fare scarica barile a Roma. Presidente Musumeci, governare una regione vuol dire lavorare e prendere decisioni di buon senso, con competenza e soprattutto organizzando e spendendo bene i soldi che il Governo di Roma eroga alla Sicilia per far fronte ai disagi della pandemia per poter scongiurare un nuovo lockdown”.