fbpx

Serie B: Spal ed Empoli per l’esame di maturità della Reggina

toscano conferenza prepartita salernitana-reggina

Dopo la sconfitta e l’eliminazione in Coppa Italia, la Reggina si tuffa nuovamente nel campionato

Lo stop di Bologna non è giunto certamente inatteso, ma ha comunque dimostrato la maturità e la consapevolezza della squadra, capace di reggere 70’ contro una compagine di A. L’uno-due Vignato-Orsolini in due minuti (dal 70’ al 72’) ha un po’ piegato le gambe e la resistenza dei ragazzi di Toscano, ma non ha tolto loro le certezze.

Questa Reggina può, e deve, giocarsela contro chiunque. A partire dalla Spal che, per dirla con le parole del Direttore Taibi, “È una delle pretendenti al salto”. La Spal, come l’Empoli, è l’attuale capolista di Serie B e avversario degli Amaranto nel settimo turno in programma il prossimo 7 novembre. Una “doppietta” che rappresenterà una prova di maturità per tutto il gruppo, chiamato innanzitutto ad una reazione dopo la sconfitta di Bologna, ma anche a dare segnali di crescita.

Intendiamoci, essere imbattuti dopo cinque turni, da neopromossa, in un campionato di B mai come quest’anno difficile ed equilibrato, è già una risposta, ma quattro pareggi in cinque partite lasciano un po’ di amaro in bocca. Soprattutto perché alcune gare hanno proprio dato la sensazione dell’occasione persa. Eppure, in casa Amaranto non è tempo di far suonare allarmi o di preoccuparsi eccessivamente, come confermato in settimana dal Direttore Taibi: “Entella e Cosenza sono due partite che avremmo meritato di vincere. Con l’Entella abbiamo contenuto fino alla fine prendendo gol per un errore finale, col Cosenza invece è stata una gara rocambolesca. Come in queste due meritavamo di vincere e non l’abbiamo fatto, in altre situazioni otterremo punti non meritandoli. Di queste prime 5 partite io sono molto contento, per quello che ha fatto la squadra. Anche perché mancano dei punti, siamo tra coloro che hanno tirato di più in campionato. Siamo nella parte sinistra della classifica, speriamo di rimanerci fino in fondo”.

Insomma, siamo convinti che anche Mister Toscano attenda queste due gare per capire effettivamente il livello e le potenzialità di questa squadra, capace di ottime prestazioni ma anche di distrarsi nei momenti chiave. Ecco, queste disattenzioni contro avversari come Spal ed Empoli potrebbero rivelarsi fatali. Serve la massima concentrazione e l’assoluta determinazione, per evitare di concedere vantaggi a squadre già decisamente attrezzate.

Facendo un passo alla volta e focalizzandoci sul prossimo impegno, Sportytrader ci viene in soccorso per le statistiche: la Spal ha collezionato “solo” sei punti nelle cinque partite di campionato giocate finora, un bottino probabilmente al di sotto delle aspettative e frutto di tre pareggi nelle prime tre (Monza e Pordenone in trasferta e Cosenza in casa), più la scoppiettante vittoria nell’ultimo turno contro il Vicenza (3-2 al Paolo Mazza), arrivata per altro su rigore e in pieno recupero. A testimonianza del carattere e della determinazione degli uomini di un mister preparato ed esperto come Pasquale Marino.

Qualora ce ne fosse stato ancora bisogno, altre avvertenze per la Reggina, che domenica alle 15 al Granillo si troverà di fronte un avversario ostico e, per di più, alquanto motivato. Tuttavia, in mezzo a questa striscia di ottimi risultati, la Spal è incappata anche nella prima sconfitta stagionale, guarda caso proprio a Empoli il 20 ottobre scorso, subendo la rimonta dei padroni di casa, dopo aver trovato il vantaggio nel primo tempo con bomber Esposito e subito la rete decisiva di Mancuso solo all’83’ (2-1 il risultato finale). Dunque, come detto, una partita decisamente impegnativa che, comunque, gli Amaranto affrontano con un punto in più in classifica e con il vantaggio del fattore campo (per quanto questo possa contare in uno stadio a porte chiuse).

I consigli di pronostici calcio degli specialisti, però, vedono comunque la Reggina (seppur leggermente) favorita: giusto per dare un’idea, l’1 viene quotato a 2.35, mentre il 2 a 3.15 (con il pari fissato a 3.1). Di fatto, gli esperti di settore puntano sulla vittoria di Denis e compagni. Non ci resta che augurarci che abbiano ragione…