fbpx

Salvini, ‘Lavoro da tutelare con unico ammortizzatore sociale’

Roma, 23 ott. (Adnkronos) – “Voglio dire grazie alle decine di migliaia di consulenti del lavoro che hanno avuto sulle spalle un fardello incredibile dovuto soprattutto alla complicazione. Per affrontare la seconda ondata, a cui arriviamo ahimè impreparati perché qualcuno non ha fatto quello che avrebbe dovuto, dobbiamo semplificare e partire dagli errori commessi. Serve un’unica procedura per la cassa integrazione. Lo stesso Ecobonus per come è stato scritto e strutturato si sta rivelando complicato e farraginoso. Il lavoro si tutela con la semplificazione quindi un unico strumento di ammortizzazione sociale”. Lo afferma il leader della Lega Matteo Salvini al Festival del Lavoro 2020.   
“C’è il problema dello smart working che in alcuni comparti è il futuro ma in altri significa non avere la possibilità di fare nulla. I tirocini, gli apprendistati, io ho visto i dati forniti dai consulenti del lavoro che sono eccellenti, bisogna rivederli e riformarli dando mezzi più elastici ad aziende per la formazione sul posto penso che sia fondamentale. Poi reintrodurre i voucher per alcuni settori produttivi, togliere la causale per il rinnovo dei contratti a termine, sono tutte proposte che come Lega stiamo facendo da mesi speriamo di essere ascoltati e avere un maggiore coinvolgimento”.  
“Il problema parte dall’alto. Se manca indicazione a livello centrale è chiaro che ogni sindaco e ogni governatore fa come crede meglio. De Luca ha vietato spostamento tra province, è una cosa fuori dal mondo. Per l’affollamento sul trasporto pubblico, la finanziaria dell’anno prossimo prevede 300 milioni di euro che non servono neanche per un mese. Se non si investe a livello nazionale è chiaro che ogni sindaco fa di necessità virtù”, aggiunge.