fbpx

Reggio Calabria, Klaus Davi sul Processo Miramare: “Tonino Perna possiede informazioni che noi non abbiamo?”

Klaus Davi Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Klaus Davi: “Tonino Perna non si capisce se in veste di vicesindaco di Reggio, di soggetto che ha accesso a informazioni riservate, o se abbia parlato – forte della nuova carica – lanciando un messaggio a qualcuno”

“Tonino Perna non si capisce se in veste di vice-sindaco di Reggio, di soggetto che ha accesso a informazioni riservate, o se abbia parlato – forte della nuova carica – lanciando inquietantemente un messaggio a qualcuno o se semplicemente abbia interpretato maldestramente l’inedito ruolo di ‘vaticinatore del futuro’, dichiara senza mezzi termini che si dice ‘sicuro’ che il processo Miramare si risolverà bene per Falcomatà”, è quanto scrive in una nota Klaus Davi. “Premesso che è quello che ci auguriamo tutti visto che l’immagine a livello nazionale di un sindaco condannato – dopo aver subito l’onta dello scioglimento per mafia – non sarebbe certo di aiuto per la reputazione di Reggio; premesso questo : ricordiamo a Perna che un vice sindaco (quindi una istituzione) ha il dovere di rispettare nella sua delicata funzione i tempi del diritto, la ripartizione costituzionale dei poteri, ed è altresì tenuto alla prudenza anche nell’articolazione pubblica dei suoi giudizi . Sarebbe interessante sapere – magari qualcuno glielo chiederà – da dove lui abbia ricavato questa ‘sicurezza’. Conosce le carte? Ha notizie in anteprima che noi non sappiamo? Ha la sfera di cristallo?“, conclude.