fbpx

Reggio Calabria, Fiamma Tricolore replica a Falcomatà: “siamo noi che non vogliamo avere nulla a che fare con lui, con chi ha distrutto la città e con tutti gli indagati presenti tra le sue fila”

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Reggio Calabria, Fiamma Tricolore replica a Falcomatà: “siamo noi che non vogliamo avere nulla a che fare con lui, con chi ha distrutto la città e con tutti gli indagati presenti tra le sue fila. E’ stato miracolato dal suo più forte alleato di questi 6 anni, ovvero il centro-destra”

“Dopo una campagna elettorale in cui siamo stati chiamati in causa una miriade di volte a sproposito dai più disparati e discutibili soggetti politici di destra e di sinistra al sol fine di attaccare Angela Marcianò, ci troviamo ancora costretti a replicare a quanto dichiarato ieri dal rieletto sindaco Falcomatà. E’ quanto scrive in una nota Giuseppe Minnella, Portavoce provinciale del Movimento Sociale Fiamma Tricolore. “Ci teniamo infatti a precisare e confermare- prosegue- che la Fiamma Tricolore non ha nulla a che vedere con il civismo credendo infatti ancora alle ideologie, alla supremazia della politica, agli uomini che vogliono interpretarla secondo gli antichi valori. Lo stesso Movimento Sociale ha in questa campagna elettorale ha sposato un progetto amministrativo di alternativa, non di alternanza, per la città ed ha individuato in Angela Marcianò una persona seria, capace, con un programma e per tale motivo ha deciso di sostenerla. Ringraziamo la prof. Marcianò, con la quale abbiamo condiviso due mesi stupendi, per aver accettato il nostro sostegno senza costringerci a snaturare la nostra identità ma ribadiamo al sig. Falcomatà che la Fiamma Tricolore è cosa ben distinta da Angela Marcianò accomunati a lei dalla libertà e da quell’indipendenza che ha sempre contraddistinto la nostra politica a differenza di chi ha dovuto subire dictat dai propri leader nazionali. Rassicuriamo per tale motivo il signor Falcomatà: miracolato dal suo più forte alleato di questi 6 anni, ovvero il centro-destra, siamo noi che non vogliamo avere nulla a che fare con lui, con chi ha distrutto la città e con tutti gli indagati presenti tra le sue fila. Ribadiamo ancora una volta: il Movimento Sociale Fiamma Tricolore preclude a priori ogni collaborazione possibile con chi ha evidenti problemi di questione morale e non vuole avere nulla a che fare con chi a tali soggetti si accompagna. Con tutti gli altri, tutti nessuno escluso, non abbiamo alcuna preclusione ideologica soprattutto quando si parla di progetti amministrativi per la città che poco hanno a che fare con la politica e molto con il buonsenso. Il confronto delle idee porta alla crescita. Il confronto con i pregiudicati porta ad essere collusi”, conclude.