fbpx

Reggina, senza tifosi la perdita è importante: la previsione in numeri (e milioni di euro)

reggina curva sud Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Con un Granillo senza tifosi la perdita economica stimabile per la Reggina, in milioni di euro, è veramente importante: la previsione

Un calcio senza tifosi non è calcio. Una frase, più che mai vera, sentita pronunciare spesso in questi mesi. Ma la continua speranza di una possibile riapertura degli stadi, unita ai troppi interessi economici in ballo, hanno fatto sì che la stagione scorsa venisse terminata anche “alla buona” e quella attuale iniziasse con una situazione sicuramente meno complicata di qualche settimana fa. Ora che i contagi stanno nuovamente risalendo, pur con una pressione ospedaliera del tutto diversa rispetto a sei mesi fa, si torna a parlare di porte chiuse fino a fine campionato, cambi format, playoff, protocolli. Anche perché, tra Serie A e B soprattutto, si comincia a contare un numero di positivi importante.

I tifosi della Reggina, così come quelli di tutta Italia (e non solo), dovranno per ora accontentarsi di guardare la propria compagine in tv. Niente canti e cori in Curva Sud, niente sciarpate e “incontro” a fine gara con la squadra, niente “boato” dopo i gol. Ma, anche, niente campagna abbonamenti e niente “conteggio” paganti nella settimana che accompagna i match interni degli amaranto. E, sicuri di non essere smentiti, siamo certi che sia il primo che il secondo dato sarebbe stato abbastanza alto, già sul finire della scorsa stagione ma anche in tutta quella attuale.

E, siccome ci piace farci del male, abbiamo voluto approfondire la questione andando a sviluppare una previsione sulla perdita economica, in milioni di euro, che la Reggina dovrebbe purtroppo subire se questa situazione dovesse continuare a persistere. Il dato che emerge è cruento, la perdita veramente importante. Si sapeva? Certo che si sapeva ma, analizzando la questione con i dovuti calcoli e le dovute previsioni, leggere certe cifre fa un certo effetto.

L’analisi che qui di seguito riportiamo non può considerarsi ovviamente dettagliata, in quanto non è possibile stimare con precisione il numero di biglietti e abbonamenti, ma prova ad essere quantomeno il più possibile vicina alla realtà.

Partiamo dalla scorsa stagione. Al termine del campionato mancavano 8 partite, di cui 5 al Granillo. Considerando i numeri casalinghi delle ultime partite prima dello stop, è facile intuire come – quasi come per accompagnare la squadra verso una promozione per cui mancava solo la matematica – l’impianto di Via Galileo Galilei si sarebbe potuto riempire anche di più rispetto alla media della scorsa stagione. Abbiamo provato ad ipotizzare circa 10-12 mila paganti in media nelle ultime 5 gare (da aggiungere ai 5 mila abbonati già presenti) con un prezzo di 15 euro circa: il totale fa 900 mila euro. Quindi, per la scorsa stagione, la perdita è stimabile in quasi un milione di euro.

Passiamo alla stagione attuale. Considerando quasi impossibile che gli stadi si possano completamente riempire, ma a questo punto anche solo riaprirsi se i numeri dovessero continuare ad essere questi, il dato emergente è ancora più grave. Nella peggiore delle ipotesi, e quindi con le porte chiuse fino a fine campionato, la perdita sarebbe stimabile in circa 3,5 milioni di euro.

In considerazione dei 5 mila abbonamenti della scorsa stagione, della promozione, dell’entusiasmo e del mercato importante, non sono da escludere circa 10 mila tessere sottoscritte se si fosse aperta la campagna. Il prezzo delle stesse, in media, lo abbiamo stimato in circa 200 euro tra i vari settori, considerando il leggero aumento che la società avrebbe operato. Il totale del guadagno sugli abbonamenti sarebbe così stato di 2 milioni di euro. A questi vanno ad aggiungersi i paganti di ogni partita che, magari ipotizzando un campionato nelle “zone alte” degli amaranto, avrebbe potuto portare dai 5 ai 7 mila spettatori in più oltre agli abbonati. Con un prezzo di 15 euro in media a gara il guadagno sarebbe arrivato a 1,5 milioni di euro. Il totale, tra guadagno biglietti per partita e abbonamenti, sarebbe stato quindi di 3,5 milioni di euro. Aggiungendo il milione della scorsa stagione si arriva a 4,5. Una bella somma. Le conclusioni? Le lasciamo a voi…