fbpx

Previsioni Meteo: il tempo previsto sull’Italia nella giornata di domani [DETTAGLI]

Previsioni Meteo dell’Aeronautica Militare: domani piogge e rovesci da Nord a Sud

Il tempo previsto sull’Italia domanilunedì 26 ottobre 2020: il bollettino a cura dell’Aeronautica Militare.

Al Nord estesa copertura nuvolosa, con precipitazioni che interesseranno dapprima le regioni di ponente e in successiva estensione a quelle orientali. I fenomeni potranno risultare localmente intensi su Piemonte, Liguria, aree alpine e prealpine lombarde e del Triveneto. Neve sui rilievi confinali di Piemonte, Lombardia, Trentino-Alto Adige e Veneto al di sopra dei 1500-1800 metri. Attenuazione dei fenomeni in serata sulle aree piu’ occidentali.

Centro e Sardegna: nuvolosità compatta sulle regioni tirreniche, sull’Umbria e sulle restanti aree appenniniche con deboli piogge e rovesci al mattino tra Toscana, Lazio e Sardegna ma in deciso peggioramento nel pomeriggio quando gradualmente i fenomeni interesseranno anche l’Umbria e assumeranno prevalente carattere temporalesco, anche di forte intensità. Cielo velato da nubi medio alte sulle rimanenti aree adriatiche.

Sud e Sicilia: cielo molto nuvoloso su Molise occidentale, Campania, Basilicata e Calabria tirreniche con locali piovaschi seguiti da graduale miglioramento, eccezion fatta per le zone interne di Molise e Campania settentrionale dove dal pomeriggio le precipitazioni si faranno più consistenti. Bel tempo sul restante meridione a parte qualche locale annuvolamento su sud Sicilia.

Temperature: minime in tenue rialzo su nord-ovest, Emilia e Trentino-Alto Adige, in calo su pianura veneta, Romagna, coste marchigiane e Sicilia, senza variazioni di rilievo sul resto del Paese. Massime stazionarie sui rilievi alpini confinali, Liguria, Sardegna, regioni centrali tirreniche, Umbria, Molise occidentale, Campania, Basilicata, Calabria tirrenica e Sicilia centromeridionale. In leggero aumento su Emilia-Romagna, coste centro meridionali adriatiche, rilievi calabresi e Sicilia tirrenica, in diminuzione sul resto del nord.

Venti: forti o molto forti su Liguria, Piemonte sudorientale ed Appennino emiliano-romagnolo, da moderati a forti su Sardegna ed aree appenniniche centrali, da deboli a moderati sul resto del territorio.

Mari: da mossi a molto mossi i bacini ad ovest della penisola con moto ondoso in aumento tra pomeriggio e sera fino ad agitato su mar Ligure, nonché su mare e canale di Sardegna. Da poco mossi a mossi inizialmente lo Ionio, lo stretto di Sicilia ed il mar Adriatico, questi ultimi con tendenza a divenire molto mossi dalle ore pomeridiane.