fbpx

Pescatori siciliani sotto sequestro in Libia: domani Di Maio risponderà al Senato

di maio

Sicilia, 18 pescatori sotto sequestro in Libia. “Di Maio risponderà in Senato, Il riserbo non può essere un alibi per non dare aggiornamenti sull’argomento

Ho incontrato i familiari dei pescatori sequestrati dalla Libia per dire loro che finalmente domani il Ministro Di Maio al Senato risponderà, nell’ambito del Question time, a un’interrogazione che gli ho presentato subito dopo il sequestro dei miei corregionali da parte delle milizie di Haftar. A dispetto delle trattative diplomatiche che il Governo dice di portare avanti per liberare i pescatori, credo sia necessario tenere alta l’attenzione affinché in Italia e all’Estero non si spengano i riflettori sulla vicenda e questi lavoratori possano tornare presto a casa” dichiara Gabriella Giammanco, Vicepresidente di Forza Italia in Senato e portavoce azzurra in Sicilia.

Non abbiamo ancora nessuna notizia. È già trascorso un mese e mezzo ed è inaccettabile che nulla si sia ancora mosso. Di Maio deve delle spiegazioni al Parlamento e soprattutto alle famiglie di questi marinai. Il riserbo non può essere un alibi per non dare aggiornamenti sull’argomento” conclude Giammanco.

Sicilia, 18 marittimi sotto sequestro in Libia: l’Anci invita i 390 Comuni dell’isola a sensibilizzare l’opinione pubblica

Sicilia, 18 pescatori sequestrati dalle autorità libiche: “Il Governo non è in grado di mettere in campo una strategia valida per farli tornare a casa”

Sicilia, 18 pescatori sequestrati da milizie libiche, la Farnesina: “Trattati in modo dignitoso; qualcuno ha problemi di salute, presto la consegna dei farmaci”

Sicilia, due pescherecci sequestrati dalle autorità libiche: da 26 giorni nessuna informazione sui 18 membri degli equipaggi

Pescherecci Siciliani sequestrati da autorità libiche, il premier Conte: “Io stesso sto seguendo il caso”

Sequestro pescherecci siciliani da parte di autorità libiche: “Ormai da alcuni giorni non si hanno più notizie”

Due pescherecci siciliani sequestrati a largo delle coste libiche, il sindaco di Mazara: “Presenza ministro Di Maio in Libia non può essere una coincidenza”