fbpx

Papa all’Adnkronos: Di Pietro, ‘su corruzione Francesco vuole trasparenza ma c’è chi resiste’ (2)

(Adnkronos) – “Questo è un momento delicato della storia della trasparenza finanziaria del Vaticano con un Papa che la vuole e una struttura che resiste – dice l’ex magistrato di Mani Pulite – siamo a un bivio. Per capire se ci troviamo di fronte a una svolta o a una eterna incompiuta, come è successo proprio con l’inchiesta milanese di Mani pulite…”.
“In Italia abbiamo questo vizio -prosegue ancora Di Pietro – che quando succedono questi scandali globali, si toglie la crosta in superficie ma quello che è successo è difficile da fare emergere. A mi riferisco, ad esempio, anche al casa Palamara”.
Poi sulla giustizia dice: “Io in questi anni ho vestito tutti i panni previsti dal Codice di procedura penale e ho potuto riscontrare che cosa funziona e cosa non funziona. Vuole sapere cosa non funziona? Il pregiudizio, e non parlo solo dell’imputato, ma di tutte le parti processuali. Se ci si mette nei panni dei magistrati, ad esempio, è un carico di responsabilità. Basti pensare al processo d’appello sulla trattativa tra Stato e mafia in corso a Palermo. Con questa pressione continua, c’è un pregiudizio che si è inevitabilmente costruito intorno alla vicenda”.