fbpx

Messina, 2 insegnanti positive al covid19 a Santa Teresa di Riva: chiusa la scuola per sanificazione

Photo by Emanuele Cremaschi/Getty Images

Messina. A seguito del contagio di 2 insegnanti della scuola di Bucalo, a Santa Teresa Riva, il sindaco Danilo Lo Giudice ha disposto la chiusura dell’istituto per consentirne la sanificazione

Due insegnanti del plesso della scuola primaria Bucalo a Santa Teresa di Riva sono risultate positive al coronavirus. A renderlo noto il sindaco Danilo Lo Giudice a cui a sua volta è stato comunicato verbalmente dalla preside dell’istituto.

Lo Giudice ha già avviato le procedure per la chiusura in via precauzionale del plesso di Bucalo per la giornata di domani, 9 ottobre, durante la quale verranno effettuate le operazioni di sanificazione dell’istituto. Sulle mosse successive il sindaco attende indicazioni dall’Asp.

È chiaro – scrive Danilo Lo Giudice sulla sua Pagina Facebook – che è necessario e fondamentale alzare il livello di attenzione, seguendo le disposizioni emanate dagli organi competenti, mantenendo il distanziamento sociale e utilizzando i dispositivi di protezione individuale. Vi prego di evitare commenti banali, non è il momento degli allarmismi ma allo stesso tempo bisogna essere responsabili e collaborare al massimo con le istituzioni”.

Questo il testo integrale del post del sindaco Stracuzzi

Cari amici e concittadini, mi hanno appena comunicato che il risultato del mio tampone e di qualche altro concittadino di Savoca, effettuato stamattina è positivo, siamo asintomatici, stiamo bene.
Sarò costretto mio malgrado a stare in isolamento, vi terrò informati sull’evolversi della situazione generale del comune di Savoca.
Vi invito inoltre al rispetto del D.P.C.M. 125/2020 e alla luce dei casi positivi covid accertati sul territorio comunale avviso e raccomando a tutta la cittadinanza di indossare sempre la mascherina anche nei luoghi al chiuso e limitare il più possibile gli spostamenti.
il sindaco“.

Messina, dopo Santa Teresa scuole chiuse anche a Savoca per il coronavirus