fbpx

Home Restaurant Hotel: piattaforma online che offre l’opportunità di aprire un’attività di ristorazione a costo zero

Home Restaurant Hotel è la piattaforma online che dal 2015 offre l’opportunità di aprire un’attività di ristorazione casalinga in regola, a costo zero

Home Restaurant Hotel è la piattaforma online che dal 2015 offre l’opportunità di aprire un’attività di ristorazione casalinga in
regola, a costo zero. E assiste i suoi clienti dal punto di vista burocratico e fiscale, nel rispetto delle norme vigenti. Un’occasione per valorizzare la tradizione, il territorio, ma anche per garantire un’occupazione a chi non ce l’ha. Ad aderire all’iniziativa pure la signora Maria, che dopo aver perso il lavoro ha deciso di rimettersi in gioco: “L’anno scorso ho visto il programma tv delle Cesarine e sono andata sul loro sito web per lasciare i miei dati. Sono stata contatta da un addetto che mi faceva compilare un questionario dettagliato sulla città di Acireale, in cui vivo, e sui locali in cui avrei voluto svolgere l’attività – racconta la signora -. Ho chiesto quale procedura burocratica dovessi seguire per avere un home restaurant in regola, ma mi è stato risposto che non sarebbe servita alcuna autorizzazione o comunicazione ad autorità competenti. Dopo mesi di silenzio e continui miei solleciti, mi è stato detto che la mia richiesta era stata rifiutata, perché Acireale non rappresentava un luogo d’interesse turistico. La delusione fu grandissima”.

La cuoca non si è persa d’animo e ha voluto coronare il suo sogno, conciliare passione e lavoro: “Per fortuna ho conosciuto Home Restaurant Hotel che in 24 ore mi ha consentito di aprire la mia attività: il mio Home Restaurant “Maria’s Cooking”. E in piena regola, rispettando le norme fiscali, comunicando alla Questura l’apertura del mio ristorante di casa e rendendolo attivo per i giorni consentiti. Ringrazio Gaetano Campolo e il suo Staff per aver fatto tutto ciò”, aggiunge. Ma Maria non sembra essere l’unica ad aver rischiato di aprire un’attività abusiva. “Le Cesarine rappresentano una realtà sleale nei confronti degli associati, dei clienti e di tutti coloro che lavorano nel settore della ristorazione – spiega Gaetano Campolo, Ceo&Founder di Home Restaurant Hotel -. Ma la cosa più triste è che siano addirittura finanziate e appoggiate da Banca Generali, da Daniele Ferrero del Gruppo Venchi e da Alfredo Cazzola di Finalca. Ancora piu fuorviante sembra l’atteggiamento di Roberto Calugi, Direttore Generale di Confcommercio sempre in prima linea contro il settore ed omertoso davanti a questo fenomeno illegale. Per fortuna esistono ancora persone come Maria, attente al rispetto delle regole”.