fbpx

Un Doodle davvero originale per Halloween 2020: cosa c’è oggi nella home page di Google

halloween 2020

Halloween 2020: un po’ in anticipo, Google dedica un Doodle alle celebrazioni. Cosa troviamo oggi nella home page del motore di ricerca

Come ogni anno, anche nel 2020 Google ha dedicato un Doodle alle celebrazioni per Halloween: la home page di diverse centinaia di milioni di utenti nel mondo si è colorata per l’occasione.
E’ molto più di un semplice Doodle: il team Google ha realizzato un vero e proprio gioco online (richiamando quello del 2016), con un gatto di nome Momo come protagonista.
Il gioco è molto bello, non banale: sta catturando l’attenzione di tantissimi internauti in tutti i Paesi in cui il Doodle è disponibile (Nord America, Sud America, Russia, Australia, Nuova Zelanda e gran parte d’Europa).

Halloween, la festa più paurosa dell’anno

Halloween è ormai sinonimo di zucche intagliate, trick or treat, feste mascherate: ma quali sono le sue origini? Per molti la parola deriva da una contrazione della frase “All Hallowes Eve”, ovvero “Notte di Ognissanti“, che venne abbreviata in “Halloew’Even”, poi in “Halloe-e’ en” fino all’attuale Halloween.
Le primissime origini sono da ricercare in antichi riti legati ai cambi di stagione, alle feste del raccolto e ai culti agresti in cui si tentava di esorcizzare le paure ancestrali che accompagnavano le antiche civiltà basate sull’agricoltura, antiche tradizioni attraverso le quali l’uomo tentava di esorcizzare la paura della morte, dell’aldilà e dell’ignoto.

Fu nel tardo ‘800 che il mito di Halloween prese forma, così come lo conosciamo oggi, veicolato alla diffusione della stampa popolare. Nel secondo Dopoguerra l’industria si accorse della grande opportunità di business, iniziando a produrre articoli di Halloween tra cui costumi, decorazioni, dolci, torte.