fbpx

Giro d’Italia, domani le grandi montagne dell’Appennino: attesa per il duello Nibali-Pozzovivo nella 9ª tappa

Domani la 9ª tappa del Giro d’Italia 2020 presenta le tanto attese grandi montagne dell’Appennino: sul percorso che va da San Salvo a Roccaraso c’è grande attesa per il duello Nibali-Pozzovivo

Finalmente le grandi montagne. Il Giro d’Italia 2020 entra nel vivo a partire dalla 9ª tappa di domani nella quale i ciclisti affronteranno le ascese sull’Appennino. Il percorso avrà inizio da San Salvo e si concluderà dopo 208 km a Roccaraso e sarà caratterizzato da un elevato dislivello complessivo (oltre 4000 metri). Dopo un breve tratto che costeggia l’Adriatico, si affronteranno i saliscendi dell’entroterra fino a Guardiagrele per poi scalare le ascese del Passo Lanciano, il Passo di San Leonardo e il Bosco di Sant’Antonio. Dopo Pescocostanzo e Rivisondoli si raggiunge Roccaraso dove inizia l’ascesa finale: salita di 10 km circa alla media del 5.7%. Ultimi 2 km al 7% con le pendenze massime all’interno dell’ultimo km attorno al 12%.

Per gli uomini di classifica generale non è più tempo di nascondersi. Con grande probabilità Joao Almeida dovrà abbandonare la maglia rosa in favore di qualche big, forse Pello Bilbao (il più vicino a 43”) o Wilco Kelderman (a 48”). Grande attesa per la ‘sfida terrona’ che vedrà darsi battaglia lo ‘Squalo dello Stretto’ Vincenzo Nibali e la ‘Pulce Lucana’ Domenico Pozzovivo, rispettivamente ad 1’01” e 1’05” dal leader di classifica. Attenzione anche a Jakob Fulgsang che dopo le dichiarazioni roventi rilasciate contro Nibali al termine della 7ª tappa, potrebbe dire la sua anche sui pedali e lanciare un chiaro segnale al siciliano e ai big della Corsa Rosa. Il Giro d’Italia 2020 entra nel vivo!

Giro d’Italia 2020 – La classifica generale dopo l’8ª tappa: ‘sfida terrona’ fra Nibali e Pozzovivo per la maglia rosa