fbpx

Facevano finta di essere carabinieri per svaligiare ville: sequestro per oltre 2,5 milioni a pregiudicato capo della banda

Sequestro nei confronti del capo di una banda che ha compiuto decine di furti e rapine in villa, facendo credere ai proprietari di essere Carabinieri

Personale della Direzione Investigativa Antimafia di Milano e i Carabinieri del Comando Provinciale di Pavia, in esecuzione di un decreto emesso dal Tribunale di Torino, su proposta del Direttore della DIA, hanno proceduto all’esecuzione di un sequestro ad un pregiudicato di etnia “sinti” piemontese, residente ad Asti, già sottoposto alla sorveglianza speciale di P.S. (confermata dalla Corte d’Appello di Torino)  e già condannato in via definitiva per plurimi reati contro il patrimonio commessi nell’arco temporale compreso dall’anno 1982 all’anno 2015, di beni immobili non giustificati dal reddito dichiarato, per un valore complessivo di oltre due milioni e mezzo di euro. Il soggetto era a capo di un banda che nel 2015/2016, in diverse Province del Nord Ovest fra cui quella di Pavia, aveva compiuto decine di furti e rapine in villa accedendovi facendo credere ai proprietari di essere dei Carabinieri.

Maggiori dettagli saranno forniti nel corso di una conferenza stampa che si terrà oggi 01.10.2020, alle ore 10:30, presso il Comando Provinciale Carabinieri di Pavia.