fbpx
MALTEMPO,
ALLERTA METEO IN CALABRIA E SICILIA:
LA DIRETTA SU www.meteoweb.eu

Emergenza rifiuti a Reggio Calabria, un cittadino indignato: “spenti i riflettori elettorali si è tornati prepotentemente come prima con la variante che il Comune sta inviando le bollette Tari”

/

Emergenza rifiuti a Reggio Calabria, la segnalazione di un cittadino da Via Vecchia Prov. le Vico III

Il problema legato all’emergenza rifiuti a Reggio Calabria, è ormai all’ordine del giorno e tantissimi cittadini inviano quotidianamente alla Redazione di StrettoWeb, segnalazioni con foto per evidenziare il disagio a cui vanno incontro. Un lettore indignato ci ha inviato la segnalazione che pubblichiamo integralmente da Via Vecchia Prov. le Vico III a Reggio Calabria. Ecco il testo: “Gentile Direttore, finite le elezioni comunali e con l’emergenza COVID da gestire, si parla sempre meno dell’enorme problema sanitario che potrebbe nascere dall’attuale situazione rifiuti. Girando per la città non si fà altro che vedere cumuli di spazzatura maleodorante, spesso riversa sulla strada, con le autovetture costrette a passarci sopra. Mi permetto di inoltrare alcune foto scattate in Via Vecchia Prov.le Vico III, 19 (per chi non la conoscesse discesa del XII reparto mobile della Polizia di Stato), una via di appena 50 metri dove si possono contare ben tre discariche, considerato che da parecchie settimane non si raccoglie nulla”.

“Come già avuto occasione di dire, la cosa che più mi spaventa di questa situazione è il silenzio assordante delle istituzioni. Spenti i riflettori elettorali si è tornati prepotentemente come prima, con l’unica variante che il comune in questi giorni ha provveduto ad inviare le bollette TARI…………Ci vuole coraggio!!!!!! I cittadini non provano più neanche a chiamare il numero verde dell’AVR per fare “le solite segnalazioni”, tanto non succede nulla. Ho paura, Caro Direttore, che oramai ci stiamo abituando al degrado, all’immondizia, a non avere la possibilità di avanzare richieste per la tutela dei nostri diritti di cittadini onesti. Che dire, continuiamo così, nel frattempo sono sempre più le persone che conosco che maturano l’idea di lasciare la città tanto il lavoro manca, i servizi sono inesistenti le tasse comunali tra le più alte…….. Che tristezza. Saluti. Un lettore affezionato”.