fbpx
MALTEMPO,
ALLERTA METEO IN CALABRIA E SICILIA:
LA DIRETTA SU www.meteoweb.eu

Elezioni Americane 2020, le percentuali di vittoria da maggio ad oggi: la cavalcata di Biden e il declino di Trump

Elezioni Americane 2020, le percentuali di vittoria di Joe Biden e Donald Trump: ecco com’è cambiata nel tempo la percezione dell’elettorato americano

Elezioni Americane 2020, le percentuali di vittoria – L’Election Day è ormai alle porte. Martedì 3 novembre si concluderanno le operazioni di voto negli Usa e alla chiusura delle urne si procederà con il tanto atteso spoglio delle schede che terrà con il fiato sospeso non soltanto la popolazione d’Oltreoceano, ma anche il resto del mondo. Chi sarà il nuovo presidente degli USA?

Superscommesse.it ha realizzato un interessante studio sulla corsa alla Casa Bianca di Donald Trump e Joe Biden, i due principali candidati di queste elezioni presidenziali. Questo duello politico è stato analizzato a partire dalla media delle quote di Trump e Biden prese dai tre top bookmakers italiani, convertendo poi le quote medie in probabilità effettiva di vittoria. Il risultato finale è riassunto in una esplicativa web story, il nuovo formato di Google simile alle storie di Facebook, Instagram e altre piattaforme di social media. L’analisi approfondisce la percentuale di vittoria dei candidati in base alle quote proposte dopo sette momenti salienti della campagna elettorale, avvenuti tra il 13 Maggio e il 22 Ottobre.

Segui l’originale web story del confronto sulle elezioni presidenziali USA: https://www.superscommesse.it/webstories/elezioni-usa-2020/

Elezioni Americane 2020, le percentuali di vittoria – Sondaggi elettorali e bookmakers ad oggi danno avanti il candidato democratico Biden che ha beneficiato di certo della lacunosa gestione di Donald Trump della pandemia coronavirus. Ma come stavano le cose il 13 Maggio, quando Biden affrontava ancora la corsa alle primarie? I bookies privilegiavano il Presidente in carica, con una quota media data a 1,88, mentre la vittoria dell’avversario era pagata attorno a quota 2.14. Di fatto, in primavera, Trump godeva ancora del 53,3% delle possibilità di riconfermarsi, contro il 46,7 di Biden.

Donald Trump

Foto Getty / Drew Angerer

Le proteste legate alle brutalità di alcuni poliziotti nei confronti degli afroamericani e quelle al grido di Black Lives Matter hanno ulteriormente allargato le distanze fra i due candidati. Dopo l’omicidio di Rayshard Brooks, avvenuto il 12 Giugno, le probabilità di vittoria di Trump scendono infatti al 45,2% (con una quota media di 2,21) contro il 54,8% del candidato DEM (che godeva di una quota media data a 1,83). Il 19 Agosto, con l’affermazione di Biden alle primarie contro l’avversario Sanders, le probabilità per i democratici di entrare nella Casa Bianca si fanno ancora più schiaccianti: la quota media dei DEM sale a 1,66, mentre i repubblicani si fermano a 2,54. Per Trump non va meglio a settembre, quando arriva il momento del primo dibattito tv, con milioni di Americani incollati agli schermi. Tra i principali temi di discussione, l’accusa all’attuale Presidente di frode del fisco per ben 72 milioni di dollari: le quote dei due candidati cambiano nuovamente, ma senza intaccare il vantaggio dei democratici sui repubblicani: 2.17 è la quota media di questi ultimi, contro quella di 1.85 degli avversari.

Elezioni Americane 2020, le percentuali di vittoria – Il quinto momento saliente di questa lunga campagna elettorale è quello del 6 ottobre, data di rientro di Donald Trump alla Casa Bianca dopo aver sconfitto il Covid. Nonostante la rapida guarigione, gli statunitensi dimostrano di non essere soddisfatti della sua gestione dell’emergenza sanitaria. Ciò si riscontra anche nelle quote dei due candidati: Biden è ancora in testa, proposto a 1.57 e con una probabilità di vittoria del 63.5%, mentre Trump è presentato a 2.74 con probabilità di vittoria del 36.5%.

Joe Biden

Photo by Win McNamee/Getty Images

Le due interviste separate, rilasciate dai candidati a Town Hall in data 16 ottobre, segnano la sesta tappa di questa sfida politica. Le dichiarazioni rilasciate sembrano favorire Biden, a cui viene attribuita la quota di 1.68 e una probabilità di vittoria del 59.4%, mentre Trump è offerto a 2.46, con una variazione della percentuale di vittoria a 40.6%, leggermente più alta di quella del 6 ottobre. L’ultima tappa di questo scontro elettorale analizzato da Superscommesse è quella del 22 ottobre. Entrambi i candidati avrebbero potuto spostare gli equilibri a proprio favore con l’ultimo dibattito televisivo, ma di fatto i dati rimangono quasi invariati: l’attuale presidente, proposto a quota 2.68, vede una percentuale di vittoria pari al 37.1%, nettamente più bassa del 62.9% di Joe Biden, offerto a 1.60. A pochi giorni dall’Election Day, basteranno le rassicurazioni del taycoon alla popolazione americana sull’arrivo del vaccino o una delle solite boutade contro Biden e la Cina per invertire questa tendenza? Gli Stati Uniti sono un Paese particolare che a volte ci ha abituato a sorprese clamorose, ne sa qualcosa Hillary Clinton data per favorita nella campagna elettorale di 4 anni fa.