Categoria: CALABRIAEDITORIALIEMERGENZA CORONAVIRUSNEWSREGGIO CALABRIA

Coronavirus in Provincia di Reggio Calabria, 2 scuole chiuse a Palmi e Locri [NOMI e DETTAGLI]

Tags: notizie locrinotizie palmi

Coronavirus, scuole chiuse in provincia di Reggio Calabria per casi di positività

A causa di alcuni casi di alunni positivi al Coronavirus, due scuole della provincia di Reggio Calabria situate a Taureana di Palmi e a Locri, sono state chiuse dai rispettivi Sindaci Giuseppe Ranuccio e Giovanni Calabrese per la sanificazione dei locali, in ossequio ai protocolli ministeriali.

“Nuovi casi di Coronavirus nella Locride. Purtroppo anche alcuni giovani studenti sono risultati positivi alla verifica del tampone. Per tale motivo il Liceo Scientifico “Zaleuco” di Locri ha sospeso le lezioni per la giornata di domani al fine di effettuare la sanificazione della struttura scolastica. Per diversi studenti scatterà inevitabilmente, in via precauzionale, il provvedimento di quarantena. Probabilmente dovranno essere effettuati centinaia di tamponi e ciò comporterà un lavoro non facile per un Dipartimento sanitario non attrezzato per affrontare un’emergenza di tale portata. Nell’augurarci che il lavoro possa svolgersi nei migliori dei modi, il nostro compito è di osservare tutte le misure previste. Rinnoviamo l’invito alla necessaria prudenza e responsabilità da parte di tutta la popolazione. Ricordiamo che l’utilizzo della mascherina e il rispetto del divieto di assembramento sono le uniche armi che abbiamo per contrastare il nemico invisibile“. E’ questo il post del sindaco di Locri, Giovanni Calabrese.

Anche il sindaco di Palmi Giuseppe Ranuccio ha appena firmato l’ordinanza con la quale dispone la chiusura del plesso della scuola dell’infanzia di Taureana di Palma ai fini cautelativi, per procedere con la sanificazione dei locali oltre che consentire ogni utile approfondimento all’autorità sanitaria a seguito del caso positivo di un minore. La scuola rimarrà chiusa fino a lunedì 19 ottobre per sanificare i locali e consentire all’ASP l’esecuzione di tutti gli accertamenti necessari sui contatti diretti della minore positiva, fatte salve diverse disposizioni ufficiali che potranno essere impartite esclusivamente dall’ASP attraverso articolazioni territoriali.