fbpx

Coronavirus: Italtex, ‘così il nostro tessuto neutralizza il virus’

Milano, 19 ott. (Adnkronos) – Il Covid19 resta sulle superfici, ma c’è un metallo in grado di neutralizzarlo in poco tempo: il rame. Un’azienda tessile del comasco, Italtex, ha realizzato un tessuto che permette di abbattere il Sars-Cov-2 in due ore. Si chiama Virkill e sfrutta nano-particelle di rame “fuse” nel filo con un processo industriale. Le capacità del tessuto sono state testate dall’University College di Londra: la sua ‘Virology Research Services’ ha riscontrato un indice Mv, che misura l’attività antivirale, pari a 3.25, risultato che corrisponde a un’inattivazione del virus Sars-CoV-2 superiore al 99,9% dopo due ore. “Per noi è una svolta, ci interessa costruire una filiera, soprattutto per l’industria alberghiera e per il mondo sanitario”, spiega all’Adnkronos il presidente di Italtex, Alessandro Pedretti, che ha deciso di scommettere sulle proprietà del rame.
“In natura, il rame è sempre stato un metallo antibatterico e antivirale. Negli Usa e in Cile, ad esempio, è molto utilizzato in campo medico per le barelle, i porta-flebo e le maniglie negli ospedali”. Da qui, il tentativo, andato a buon fine, di conferire questa capacità a un tessuto. “In pratica – precisa l’imprenditore – il rame agisce chimicamente, estraendo una molecola di idrogeno dal Dna del virus e inattivandolo”. Oltre al Covid19, “è stato testato sull’A/H1N1, sull’Hiv, sui batteri e sui funghi, per analoghi utilizzi”.