fbpx

Coronavirus: Conte, ‘non possiamo permetterci ulteriori sacrifici per la scuola’

Roma, 22 ott. (Adnkronos) – “Le attività scolastiche continueranno in presenza. Non possiamo permetterci che uno dei principali assi portanti del Paese, dove sono riposte le migliori garanzie di un futuro migliore, possa subire ulteriori compromissioni, ulteriori sacrifici. Lo dobbiamo all’impegno sin qui risposto dai nostri dirigenti scolastici, dai nostri docenti e dal personale Ata, che – pur in condizioni difficili – hanno garantito, nel periodo anche più duro, la continuità didattica, sperimentando nuove e talvolta inesplorate attività di insegnamento”. Così il premier Giuseppe Conte, in un passaggio della sua informativa alla Camera sulle misure adottate per contrastare l’emergenza Covid-19.
“Lo dobbiamo anche alle famiglie – prosegue il presidente del Consiglio -. E lo dobbiamo, soprattutto, ai nostri ragazzi, che non possiamo lasciare privi del valore di un’esperienza irripetibile di formazione culturale e umana, che si realizza nella scuola, attraverso un’offerta didattica che presuppone e integra, quale tratto caratterizzante, la fondamentale ‘relazione interpersonale'”.