fbpx

Coronavirus in Calabria, le precisazioni della Regione sulle attività agricole nelle zone rosse: “ci si può spostare all’interno del comune o verso altri comuni”

Coronavirus in Calabria, le precisazioni della Regione: è opportuno precisare che tutti coloro che svolgono attività agricola ai sensi dell’articolo 2135 c.c. possono spostarsi all’interno del comune o verso altri comuni per comprovate esigenze lavorative”

“Pervengono richieste di chiarimenti in merito alla possibilità di spostamento in entrata ed in uscita dalle aree identificate come “zona rossa” con provvedimenti del Presidente della Regione, di taluni soggetti che esercitino attività agricole e similari“, è quanto scrive il vicepresidente della Regione Calabria, Nino Spirlì. “Nel merito – sottolinea– è opportuno precisare che tutti coloro che svolgono attività agricola ai sensi dell’articolo 2135 c.c. possono spostarsi all’interno del comune o verso altri comuni per comprovate esigenze lavorative strettamente necessarie alle attività suddette ed alla gestione degli animali allevati, consistenti nelle minime, ma necessarie, operazioni colturali richieste, ovvero per accudire gli animali allevati. Resta sempre consentita, quale attività lavorativa “essenziale”, la produzione, il trasporto e la commercializzazione di prodotti agricoli e alimentari, inclusa la raccolta dei funghi per i possessori delle tessere professionali o la raccolta di altri prodotti agricoli da parte di coltivatori diretti”, conclude.