fbpx

Caso Saguto: duro colpo al ‘cerchio magico’, 8 anni e mezzo all’ex giudice/Adnkronos (4)

(Adnkronos) – Non sono mancati i colpi di scena, durante il processo. Come quella volta in cui Silvana Saguto, rendendo dichiarazioni spontanee aveva agitato un’agenda blu contenente, a suo dire, le segnalazioni fattele dai magistrati . Ma il pm Bonaccorso tagliò corto e disse: ‘I magistrati non hanno motivo di essere terrorizzati dal contenuto dell’agenda di Silvana Saguto, che ha portato in aula”. Già nei mesi scorsi Saguto aveva portato in aula l’agenda elencando i nomi dei colleghi che le avrebbero segnato quei nomi per le amministrazioni giudiziarie. ‘Qualcuno ha insinuato in maniera vergognosa – diceva Bonaccorso – che dopo che la dottoressa Saguto ha agitato l’agendina, questo processo è cambiato. Si deve solo vergognare chi ha detto questo. Il processo non è cambiato e non può cambiare”. E aveva aggiunto: “Avrei preferito che l’agenda oggi venisse depositata al ricordo ma così non è stato. Sarebbe stato più elegante che agitarla…”.
Per l’accusa ‘L’ufficio della sezione di Misure di prevenzione del Tribunale di Palermo” “è stato trasformato in un ufficio di collocamento”, sottolinea il magistrato. E “gli amministratori giudiziario hanno avuto un comportamento predatorio”. Parole durissime, quelle del pm. Ma in aula, durante una udienza, Silvana Saguto, rendendo dichiarazioni spontanee aveva detto: ‘Ho gestito le misure di prevenzione con il massimo della diligenza possibile. Gli errori sono sempre possibili”, aveva sottolineato. Saguto aveva anche criticato aspramente il modo in cui la Guardia di Finanza ha condotto l’inchiesta che ha portato al processo. ‘Mi sono sempre chiesta come mai hanno fatto il decreto di perquisizione solo un mese dopo la presunta dazione di denaro di Cappellano Seminara e l’hanno eseguita un altro mese dopo- diceva facendo riferimento all’accusa secondo cui avrebbe ricevuto 20 mila euro dall’amministratore giudiziario Cappellano Seminara-Si sono presentati a casa dei miei anziani genitori vestiti tutti di nero come se dovessero prendere Matteo Messina Denaro. Hanno buttato a terra persino il libretto delle preghiere di mia madre”. Ma, secondo il legale di Silvana Saguto, Giuseppe Reina, questa accusa, sarebbe caduta. “Deduciamo che è caduta l’imputazione che riguarda il famoso episodio della consegna di denaro avvenuta all’interno dell’abitazione della dottoressa Saguto. Questo è un dato processuale: che non è mai avvenuta alcuna consegna di denaro”.