Categoria: CALABRIAEDITORIALIFOTO & VIDEOFoto CalabriaFoto Reggio CalabriaGalleryLE RICETTE DI STRETTOWEBNEWSREGGIO CALABRIA

Le Ricette di StrettoWeb – Spaghetti allo sgombro con olive e pomodorini

Le ricette di StrettoWeb: ricetta e tradizione degli spaghetti allo sgombro con olive e pomodorini

Gli spaghetti allo sgombro con basilico, pomodorini, olive nere e cipolla rossa di Tropea sono un piatto gustoso ed equilibrato dal punto di vista nutrizionale. Questa pietanza, oltre ad essere veloce da realizzare, facilita il consumo del pesce azzurro da parte dei bambini, due ottimi motivi per prepararla!

Difficoltà: facile

Preparazione: 10 minuti

Cottura: 20 minuti

Porzioni: 4 persone

Costo: basso

INGREDIENTI

2 sgombri sfilettati

400 gr. di spaghetti

1 ciuffo di basilico

1 cipolla rossa di Tropea

Olive nere

Pomodorini pachino

Olio extravergine di oliva

Sale e pepe

Preparazione

Tagliate a metà i pomodorini pachino e riducete in tocchetti gli sgombri. Affettate la cipolla e fatela rosolare in padella con olio extravergine di oliva. Unite le olive, il basilico ed i pomodorini, amalgamate e cuocete a fiamma bassa per circa 2 minuti. Aggiungete i tocchetti di sgombro e cuocete ancora per 5 minuti a fiamma alta unendo anche un pizzico di sale e di pepe. Cuocete gli spaghetti e, dopo averli scolati, versateli in padella col condimento e fateli saltare a fiamma alta per un minuto amalgamando bene tutto. Completate questo squisito primo piatto con un filo d’olio extravergine di oliva e del basilico fresco.

Conservazione

Questi spaghetti vanno gustati subito.

Curiosità e benefici dello sgombro

Gli spaghetti allo sgombro sono un piatto simbolo della dieta mediterranea. Questo pesce azzurro presente nel nostro mare è stato inserito nella lista rossa per la tutela delle specie a rischio di estinzione per l’enorme commercio a cui è sottoposto. Il consumo dello sgombro, ottima fonte di omega-3, è una valida scelta nella prevenzione delle malattie cardiache e la sua ricchezza di proteine, oltre che di grassi, favorisce un sano senso di sazietà. Apprezzato già nel 78 d. C. da Plinio il Vecchio, questo pesce è molto versatile in cucina infatti viene grigliato, cucinato in forno, arrosto ed al vapore.

Il consiglio della zia

La versione siciliana di questa ricetta abbina agli sgombri freschi l’uvetta, il pangrattato tostato, il finocchietto e la cipolla. Anche lo sgombro in scatola è perfetto per realizzare i nostri spaghetti.