fbpx

Riapertura stadi, altri segnali per la Serie B. E Gravina spinge: “1000 spettatori sono pochi, vogliamo più gente”

gravina figc serie c Gettyimages / Paolo Bruno

Riapertura stadi, altri segnali verso la Serie B dopo quanto visto nel weekend negli stadi di A: le parole di Gravina, e la Reggina attende

Continuano ad arrivare conferme in merito al tema relativo alla riapertura degli stadi. Dopo l’incontro di sabato tra Spadafora, Speranza e le regioni, e la successiva approvazione dei 1000 tifosi negli impianti di Serie A, si vuole allineare la decisione anche alle altre categorie. A tal proposito la Reggina attende, in vista della prima in casa contro il Pescara.

Il presidente della FIGC Gabriele Gravina continua a spingere verso questa soluzione, auspicando anche un ingresso maggiori rispetto ai 1000 visti in questo weekend nei vari stadi d’Italia: “Non c’è nulla ancora di graduale, 1000 spettatori sono pochi, ma è comunque importante ripartire anche in B e Cle parole di Gravina a Radio Anch’Io Sport – Il calcio ha dimostrato grande responsabilità e con i comportamenti ha anche dimostrato di meritare fiducia. Vogliamo riaprire gli stadi a sempre più gente. Durante alcune amichevoli estive si sono fatti passi avanti. La gradualità deve essere proporzionale, altrimenti ci sarebbero tanti problemi, anche nelle Serie minori. Il rispetto del distanziamento sociale è fondamentale. Il Ministro Spadafora ha assicurato parità di trattamento anche per B e C. Sono fiducioso e non vedo motivi di trattare i due campionati in maniera diversa. Questione tamponi? Il CTS penso che ci darà ragione, in settimana spero che la situazione possa sbloccarsi e si possa allentare la presa”.