fbpx

Reggio Calabria, Luciano Simone: “la chiusura della strada a Ciccarello è una sconfitta delle istituzioni” [FOTO]

/

Reggio Calabria, Luciano Simone: “da residente di Ciccarello mi tocca evidenziare come la chiusura della strada a causa dei ripetuti roghi rappresenti la sconfitta amara delle istituzioni”

“Da residente di Ciccarello mi tocca evidenziare come la chiusura della strada a causa dei ripetuti roghi rappresenti la sconfitta amara delle istituzioni amministrative della città“. E’ quanto scrive in una nota Luciano Simone, candidato con Angela Marcianò candata a sindaco. “Quel “non la vincerete mai” del Sindaco che accompagnava la chiusura della strada rappresenta la resa. Nel coprirsi gli occhi pur di non guardare, si lascia proliferare il degrado, l’incuria, l’inciviltà, e si manifesta una resa incondizionata. Sono residente da tanti anni in questa zona e devo dire, per onestà intellettuale, che l’emergenza ha raggiunto il suo picco e la sua costanza nel passaggio scriteriato al porta a porta che quest’amministrazione ha perseguito. E non mi si venga a dire è colpa dei morosi o di chi non ha ritirato i mastelli. Perché una cosa è il contratto in essere con l’azienda AVR, altra cosa è il ritiro dei mastelli che, a mio avviso, doveva essere incentivato con una premialità, mai presa in considerazione. Nell’era della mascherina e del distanziamento sociale, non potendo indossare mascherine adatte per non sentire il nauseabondo odore prendiamo le distanze dai rifiuti chiudendo la strada, tenendoci lontani da quel luogo. Ieri sera l’ennesima sirena dei pompieri, uno sparuto gruppo di eroi ha tenuto a bada le fiamme della vergogna. Tranquilli adagiamoci sui nostri allori convinti di esser chiamati per il secondo tempo, lasciate liberi i telefoni. Signori non sia mai chiami qualcuno”, conclude.