fbpx

Reggio Calabria, è caos Festa: chiuso negozio che violava le norme anti-Covid, sanzionati altri 3; 26 verbali per occupazione abusiva del suolo, sequestrati dolciumi e bevande venduti in condizioni igieniche molto precarie [DETTAGLI]

Reggio Calabria, la polizia locale ha effettuato tre sanzioni per violazione norme anti-covid e ha disposto la chiusura di un negozio

Nonostante le tradizionali bancarelle di Festa di Madonna siano state annullate, rimane altissima l’attenzione della polizia locale di Reggio Calabria sui controlli in città. Fino alle 17 di oggi sono stati effettuati 26 verbali elevati per vendita ed occupazione abusiva di suolo pubblico, tre per inottemperanza alle norme anti-covid ed una chiusura di un esercizio commerciale sempre per violazioni in materia di distanziamento sociale. Il dispositivo di controllo, attivato a seguito di precise direttive della Questura, proseguirà per tutto il periodo delle Feste Mariane.
Oltre alle sanzioni amministrative contestate, sono stati effettuati anche numerosi sequestri di merce venduta abusivamente. Questa mattina sono state sequestrate circa 120 bottiglie di bibite e di acqua vendute sul corso Garibaldi in condizioni igieniche molto precarie ed in forma ambulante. Sanzionato anche un esercizio di vendita di dolciumi depositati direttamente sul pavimento in condizioni igienico sanitarie a dir poco precarie. Attenzione speciale è stata dedicata ovviamente a piazza Duomo ed alle vie limitrofe con un presidio fisso di agenti al fine di garantire la sicurezza della circolazione e la fluidità del traffico. Le attività dirette dal comandante Zucco, sono state coordinate dagli Ufficiali Giordano, Garofano, Stilo, Malara e Gatto.