fbpx

Minicuci a Marcianò: “ho il sogno di camminare con te verso Palazzo San Giorgio”. “Klaus Davi avrà deleghe a legalità e marketing, prenderò qualcosa anche da Foti e Pazzano, sceglierò per competenze, non i compagni del calcetto come ha fatto Falcomatà” [FOTO E VIDEO]

  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
/

Reggio Calabria, il candidato del Centrodestra Antonino Minicuci ha incontrato la stampa stamattina nella sede del coordinamento provinciale di Forza Italia. Le sue parole

Ho un sogno, quello di camminare con te verso palazzo san Giorgio per mandare a casa questa classe politica inadeguata che tu hai sempre denunciato, e vorrei anche che quando ci sarà il passaggio di consegne tra l’attuale Sindaco uscente e me, tu sia affianco a me per vedere in faccia chi ha distrutto questa città“: così il candidato Sindaco del Centrodestra, Antonino Minicuci, si è rivolto all’indirizzo di Angela Marcianò nella conferenza stampa tenuta stamattina presso la sede del coordinamento provinciale di Forza Italia, insieme a tutti i rappresentanti del Centrodestra unito, di Forza Italia, dell’Udc, di Fratelli d’Italia, della Lega, dei consiglieri regionali, i coordinatori dei partiti e la deputata reggina Giusy Versace.

Sulle nomine della nuova squadra di Governo, Minicuci ha detto che “a differenza di Falcomatà, che ha preso i suoi compagni di calcetto, noi baseremo tutto il merito. Credo che due importanti Assessorati, quello di Finanza e Bilancio e quello di Urbanistica ed Edilizia, andranno a due tecnici, professionisti, espressione del civismo, dovranno essere i migliori professionisti della piazza. Gli altri li sceglieremo tra le competenze e capacità delle grandi professionalità delle nostre liste“.

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Minicuci ha anche annunciato di fare “un grande confronto pubblico con Falcomatà per tutto il periodo che vuole lui e per tutta la durata che vuole lui“, nei prossimi giorni. “Io non sono venuto qui – ha aggiunto – perchè avevo bisogno di una sedia, di uno stipendio. Sedia che mancherà tra poco a qualcuno, che dovrà andare a trovarsi un lavoro, ma io sono venuto qui soltanto per mettermi a disposizione della città, e starò sempre e solo dalla parte della gente. Falcomatà ha distrutto la città, lui è l’unico unno, l’Attila che in sei anni ha distrutto la città. Adesso ha aperto a tutti i candidati Sindaco, anche ad Angela Marcianò, in vista del ballottaggio. Ma ci vuole una bella faccia di bronzo, siamo nella città dei Bronzi … Ma se si è ricandidato dopo il disastro che ha fatto, non ci sorprendiamo di nulla. Angela Marcianò ha risposto dicendo cose pesantissime contro Falcomatà, disastro assoluto, inefficienze e favoritismi imprudenti senza precedenti. Estromessa dalla Giunta perchè aveva volontà di cambiamento e ripristino della legalità. Sono parole gravissime. Significa che la legalità non c’era, e che lei voleva ripristinarla ma non gli era possibile. L’Amministrazione uscente non praticava la legalità, è gravissimo. Sindaco e Assessori saranno condannati certamente in masura peggiore rispetto a Marcianò, quindi dovranno in ogni caso andare a casa per la Legge Severino. Ma noi siamo garantisti e su questo non andiamo a forzare la mano per fare speculazioni“.

fabio foti

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Ribadendo che “non faremo apparentamenti con nessuno“, Minicuci ha ringraziato il candidato Sindaco del Movimento 5 Stelle Fabio Foti per le belle parole spese nei suoi confronti: “In una cena con Fabio Foti del Movimento 5 Stelle, circa un anno fa a Genova, abbiamo parlato della città, dei progrmami per la città, di quello che doveva essere lo sviluppo di Reggio. E devo dirvi che lui, da quella data, si è sempre impegnato per fare un bel programma, e ha fatto un bel programma che ha avuto un anno di tempo per elaborare. E io qualcosa da quel programma la vorrò prendere, anche se lui non è in consiglio. E quello che voglio prendere è il programma solidale“.

saverio pazzano

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Minicuci ha aggiunto di voler “prendere qualcosa che ritengo valido anche da gli altri, dando a un consigliere di minoranza la possibilità di portare avanti un  progetto, penso alla bandiera blu che ha messo nel programma Pazzano. Con Pazzano non abbiamo nulla di che spartire dal punto di vista politico, ma per le cose positive che possono essere fatte per la città, in una città che è messa in ginocchio ed è al disastro, noi avremo il bisogno e la necessità di tutti, del supporto di tutti e della collaborazione di tutti, pur nella distinzione politica dei ruoli. E io questo lo chiederò, da Sindaco, anche a Pazzano. E poi anche che ci sia un’opposizione durissima da parte di Pazzano, che ci aiuti a crescere e ad andare avanti, ma su alcune cose non c’è ne’ destra ne’ sinistra, c’è solo la necessità di andare avanti per il bene della città“.

Infine, su Klaus Davi, Minicuci ha detto: “Se sarà ufficialmente consigliere come sembra, a Klaus Davi proporrò di avere la parte relativa alla legalità dell’ente, ma anche il marketing territoriale, cioè la visione bella della città in tutta Italia. Non dobbiamo parlare solo della ‘ndrangheta e delle cose negative, parliamo anche delle nostre eccellenze e delle cose positive che abbiamo nel nostro territorio. A Klaus Davi darei anche la delega ai rapporti con le altre città del Mediterraneo: è una cosa importante, perchè la nostra posizione non ci porta ad avere relazioni con l’Europa centrale, ma dobbiamo guardare ai 400 milioni di abitanti del bacino del Mediterraneo, dove c’è la nostra possibilità di sviluppo.C’è la volontà di incidere da subito, partendo dal ripristino dei servizi essenziali. Noi dobbiamo partire da subito, unica scelta dei reggini al ballottaggio è continuità o discontinuità. Io rappresento la discontinuità, aiutatemi a cambiare Reggio rilanciandola come merita“.

Reggio Calabria, Minicuci: “sono più calabrese io di chi ha vissuto nella bambagia e non sa neanche il nostro dialetto” [VIDEO]

Reggio Calabria, Minicuci: “sceglierò Assessori e Delegati in base al merito, Falcomatà ha preso i compagni del calcetto” [VIDEO]

Reggio Calabria, Cannizzaro smonta il libro “Chi Fici Falcomatà”: “un lungo elenco di bugie e falsità, deve solo vergognarsi” [VIDEO]