fbpx

Comunali Reggio Calabria, La Strada per Riabitare Reggio di Saverio Pazzano. “Riconoscimento dalla stampa estera, da Sud progetto concreto contro Lega e massondrangheta”

saverio pazzano Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Comunali Reggio Calabria, la nota di “La Strada” e “Riabitare Reggio”

“Che un’aria nuova si aggiri da tempo nella città di Reggio Calabria, se ne sono accorti in tanti e tante. In questi ultimi giorni di frenetica campagna elettorale, che porterà il 20 e 21 settembre i cittadini e le cittadine di Reggio alle urne, se ne sono accorti ben oltre i confini territoriali. Il “Die Südostschweiz”, quotidiano svizzero di lingua tedesca, pubblicato a Coira, capoluogo dei Grigioni, infatti, è uno dei diversi quotidiani in lingua tedesca che, negli ultimi giorni e nei prossimi, cita il percorso del collettivo La Strada e di Saverio Pazzano, candidato a sindaco di Reggio Calabria, come un concreto e rivoluzionario progetto nato a Sud e che può essere la risposta vera alla Lega e alla massondrangheta”. Lo affermano in una nota “La Strada” e “Riabitare Reggio”.

Un progetto chiaro e vicino ai cittadini e alle cittadine che da Sud – anche se Pazzano non dovesse diventare sindaco al suo primo tentativo –, potrebbe rappresentare un segno di speranza per tutto il Sud. Un progetto politico, non meramente elettorale.

Di seguito la traduzione del passaggio dell’articolo: “(…) Domenica e lunedì ci saranno elezioni anche in diverse città grandi e medie. Di queste Reggio Calabria merita un’attenzione particolare: nella città più grande della Calabria (180.000 abitanti) e economicamente svantaggiata, una nuova lista civica con europeisti appassionati, esponenti anti-‘ndrangheta ed esperti di buona amministrazione intorno al 41enne docente e poeta Saverio Pazzano si prepara a rompere i vecchi cartelli del potere in città.

Il “Collettivo La Strada” di Pazzano ha un programma chiaro e vicino ai cittadini – e potrebbe approfittare dalla debolezza degli altri partiti: Reggio Calabria è stata governata per anni in modo deplorevole, sia da sinistra che da destra. Giuseppe Falcomatà, sindaco di centro-sinistra uscente e di nuovo candidato, ha – per citare solo il fallimento più evidente – permesso che la città sullo Stretto sprofondasse nella spazzatura; il suo pre-predecessore di destra Giuseppe Scopelliti, invece, è stato condannato a 4 anni e 7 mesi di reclusione in relazione alla sua gestione della città e sta ancora in carcere. Un buon risultato di Pazzano sarebbe, anche se non dovesse diventare sindaco al suo primo tentativo, un segno di speranza – non solo per Reggio Calabria, ma per tutto il sud dell’Italia”.