fbpx

Caso Viviana Parisi, lunedì sopralluogo nella galleria dove è avvenuto l’incidente: “Bisogna capire se l’urto ha coinvolto anche Gioele”

Viviana Parisi Gioele Mondello

Caso Viviana Parisi: la famiglia Mondello nomina un consulente da affiancare a quelli della Procura per i rilievi nella galleria della A20 dove si è verificato l’incidente che ha coinvolto l’auto su cui viaggiavano la deejay ed il figlio Gioele

I consulenti della procura di Messina si recheranno, lunedì prossimo, nella galleria dell’autostrada A20 Messina – Palermo in cui, lo scorso 3 agosto, è avvenuto l’incidente a seguito del quale si è verificata la scomparsa Viviana Parisi, il cui cadavere è stato ritrovato giorni dopo nelle campagne nelle vicinanze del luogo del sinistro.

Bisogna capire e analizzare la dinamica che ha portato all’urto, che tipo di conseguenze ha potuto causare l’incidente, se c’è stato un impatto, che ha coinvolto anche il bambino“, ha commentato Pietro Venuti, legale di Daniele Mondello, marito di Viviana Parisi e padre del piccolo Gioele, anche lui ritrovato senza vita a poche centinaia di metri dal corpo della deejay 43enne.

I tecnici della Procura, che si occuperanno di fare anche degli accertamenti sia sul telefono che sul tablet di Viviana Parisi, saranno affiancati nel sopralluogo sulla A20 da un tecnico nominato dalla famiglia Mondello, Domenico Costa.

Ho sempre detto – ha aggiunto l’avvocato – che è importante anche analizzare attentamente le dichiarazioni dei testimoni che si sono presentati dopo 11 giorni presso gli uffici della polizia per rendere dichiarazioni, capire cosa hanno visto del bambino, cosa hanno avuto modo di notare. In questi momenti gli atti sono secretati e non posso fare domande ai testimoni“.
“È importante capire – prosegue Venuti – in che condizioni era il bambino, perché’ essere vivo in braccio non vuol dire che stesse bene e non è detto che non presentasse qualche trauma post incidente“.

I consulenti – ha concluso il legale – si recheranno alla galleria dove è avvenuto l’incidente per ricostruirne la dinamica, inoltre lunedì 7 presso la polizia scientifica di Palermo saranno analizzate le tracce di natura ematica trovate nei giorni scorsi a Caronia, nei dintorni dove sono stati trovati i corpi di Viviana e Gioele: bisogna appurare se sono tracce ematiche di natura animale o umana e se sono collegabili al bambino. Integreremo i quesiti che saranno posti dalla procura ai consulenti in merito a quella che è la ricostruzione della dinamica dei fatti“.