fbpx

Bonifica della baraccopoli di Messina: “Tutto fermo in attesa dei 5 stelle”

Baracche messina

Messina. Bonifica della baraccopoli: “Non vorremmo che qualcuno nella maggioranza abbia intenzione di perder tempo. Serio rischio di rimandare tutto al 2021”.

Le Commissioni della Camera sono nuovamente operative ormai da più di due settimane, e l’Aula di Montecitorio ha ripreso regolarmente con le sedute lunedì 31 agosto. 

Ma tra i lavori della Commissione Ambiente, al momento, non c’è traccia della proposta di legge per cancellare le baraccopoli di Messina”. A dichiararlo Matilde Siracusano, deputata messinese di Forza Italia.

Prima della pausa estiva – prosegue Siracusano – avevamo udito alcune personalità, adesso tutto è fermo in attesa di conoscere la data per ascoltare anche i nomi che i 5 Stelle hanno indicato per proseguire questa fase di approfondimento della proposta di legge, in modo da passare subito dopo alla stesura del testo unificato. Non vorremmo che qualcuno nella maggioranza abbia intenzione di perder tempo.
Ricordiamo che se la legge non fosse approvata da questo ramo del Parlamento entro l’autunno, con la successiva sessione di bilancio a intasare i lavori della Camera, ci sarebbe il serio rischio di rimandare tutto al 2021”.

Negli scorsi mesi abbiamo apprezzato le intenzioni di alcuni membri della maggioranza che si erano dimostrati sensibili ad un veloce iter parlamentare della proposta di legge – conclude la deputata messinese –, ma adesso occorre realmente accelerare e tagliare il traguardo. I cittadini messinesi che vivono nelle baracche non possono aspettare ulteriormente”.