Simeri Crichi, tenta di uccidersi con il propano liquido in macchina: salvato dai Carabinieri mentre era già privo di sensi

carabinieri sera

Intervento di soccorso dei Carabinieri di Sellia Marina: un uomo tratto in salvo

L’8 agosto 2020, nel tardo pomeriggio, in Simeri Crichi (CZ), a seguito di richiesta pervenuta sul numero di pronto intervento 112,un pattuglia del Nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Sellia Marina interveniva
presso l’abitazione di un 60enne del posto che aveva manifestato ad un parente le proprie intenzioni suicidiarie.
Sul luogo segnalato, già dalla strada esterna, i Carabinieri avvertivano un forte odore di gas provenire dall’interno dal garage dell’abitazione.
Sebbene il personale dei VV.FF. stesse per arrivare, i Carabinieri, vista la necessità di intervenire con estrema urgenza, decidevano di introdursi all’interno del locale, dove notavano la persona segnalata priva di sensi e
chiusa all’interno della propria autovettura con una bombola di gas propano liquido posta sul sedile di fianco.
I militari, utilizzando un martello, rompevano il lunotto posteriore del veicolo, mettendo in salvo l’uomo, collaborati dal Comandante della Polizia Locale di Simeri Crichi anche lui giunto sul posto dopo che la segnalazione di soccorso era stata ricevuta anche dalla Polizia Locale.
Successivamente interveniva personale dei VV.FF. di Sellia Marina che metteva in sicurezza la zona e personale 118 di Sellia Marina chetrasportava l’uomo, ormai fuori pericolo,  presso l’ospedale civile “Pugliese” di Catanzaro.