fbpx

Santelli presenta le azioni a sostegno delle Terme storiche della Calabria

/

Santelli: “abbiamo messo in rete le Terme storiche della Calabria sotto il simbolo ‘Le vie dell’acqua’ e impegnato la somma di 1,6 milioni di euro distribuita in due Bandi, uno sulle prestazioni e l’altro sugli adeguamenti strutturali anti Covid”

“Abbiamo messo in rete le Terme storiche della Calabria sotto il simbolo ‘Le vie dell’acqua’ e impegnato la somma di 1,6 milioni di euro distribuita in due Bandi, uno sulle prestazioni e l’altro sugli adeguamenti strutturali anti Covid. Questo è un altro impegno mantenuto da questa Giunta a sostegno del sistema turistico calabrese”. Lo ha detto il presidente della Regione Jole Santelli rivolgendosi ai rappresentanti aziendali delle Terme storiche della Calabria intervenuti all’incontro con la stampa, che si è svolta oggi nella sede della Cittadella, alla presenta degli assessori regionali. “Le Terme della Calabria – ha sottolineato il presidente Santelli – hanno dei primati a livello europeo per le loro peculiarità, tra cui la qualità delle acque, ma soprattutto raccontano la storia millenaria della Magna Graecia. Immaginiamo una promozione diffusa proprio per raccontare queste peculiarità. Il lavoro di squadra ci ha consentito di essere qui oggi per dire che abbiamo mantenuto l’impegno assunto circa un mese con i gestori degli stabilimenti termali. Dietro un simbolo può nascere un’identità. Insieme faremo diventare la Calabria una terra normale”. L’importanza del lavoro di squadra è stato rimarcato anche dai rappresentati delle Terme, i quali hanno espresso soddisfazione per il risultato raggiunto e per il metodo di concertazione e di ascolto delle diverse necessità, parlando di “distanze che finalmente si annullano tra le aziende Termali e la Regione”. L’assessore regionale al turismo Fausto Orsomarso, rispondendo ad alcune domande dei giornalisti, ha affermato: “dal nostro insediamento abbiamo investito moltissimo sul turismo e l’iniziativa di oggi rappresenta un ulteriore supporto a questo segmento molto importante. A causa dell’emergenza Covid abbiamo dovuto fare una corsa contro il tempo per salvare la stagione turistica. I risultati sembrano darci ragione. La Calabria risulta essere la prima regione scelta come meta dai vacanzieri”.