Reggio Calabria, Zio Fedele costretto a chiudere: il Comune sospende l’occupazione del suolo pubblico [DETTAGLI]

zio-fedele

Reggio Calabria, la lettera di Zio Fedele a StrettoWeb

“Iniziamo il mese di Agosto con un riposo forzato, forzato non per protestare ma perché la filosofia che abbraccia da sempre lo Zio è quella che il cliente deve stare bene e deve conservare il tempo passato dallo zio come una piacevole sensazione… 

Non protestiamo contro l’ amministrazione comunale anzi la invitiamo a trovare al più presto una soluzione chiudendo finalmente la circolazione al traffico delle zone ztl”.

“Ringraziamo il sindaco che si è subito attivato per risolvere il problema “new jersey”, chiamiamolo così, organizzando un incontro tecnico in data di domani. Il nostro ringraziamento speciale va a tutti i clienti che ieri, nonostante il caldo e la difficoltà di non poter cenare all’ esterno, ci sono rimasti comunque vicini e hanno trascorso la serata con noi. Per noi che viviamo di emozioni in un momento così difficile è stato bello vedere i nostri amici, perché questo sono i clienti, adoperarsi a lasciare un messaggio attaccato al gazebo vuoto. Messaggi di conforto, di rabbia, di speranza, di mancanza di fiducia nelle istituzioni… Sappiamo quanto ci amano e stimano i nostri avventori ma leggere nero su bianco Zio Fedele è casa, Zio Fedele è famiglia, Non toglieteci una casa, siamo con lo Zio, la felicità dello stare insieme…  E tanti altri ancora, è stato uno spruzzo di colore in una giornata senza spiragli…Perché quando ti arriva una PEC dalla Suap con la sospensione immediata dell’occupazione suolo a causa del mancato posizionamento di new jersey o simili non puoi fare altro che rispettare le disposizioni… Noi abbiamo sempre rispettato le regole perché è giusto che sia così, anche in fase di riapertura dopo il lock down ci siamo adeguati e prodigati affinché non mancasse nulla per la riapertura, ritardando la stessa di qualche giorno perché per esempio ancora tutti i dipendenti non avevano finito il corso anticovid… andando controcorrente abbiamo anche deciso di non stilare un calendario di eventi live proprio per evitare di creare assembramenti, perché lo Zio non abbassa la guardia in un momento del genere, proprio perché è FAMIGLIA”.

“Noi siamo per le regole e non ci lamentiamo per il fatto che le rispettiamo, proprio per questo abbiamo provveduto subito, non appena abbiamo ricevuto la PEC a rimuovere sedie e tavolini lasciando il vuoto che speriamo venga al più presto riempito oltre che con il vostro affetto con la vostra presenza… Quindi chiediamo di risolvere il problema chiudendo la strada e permettendoci di continuare a lavorare onestamente e nel rispetto delle regole soprattutto in questo momento di difficoltà mondiale…noi vogliamo lavorare e ci teniamo a farlo nella nostra città per quanto difficile possa essere. Detto questo stasera siamo chiusi, cerchiamo di viverla come un riposo per tutto il nostro magnifico staff: 10 dipendenti che ogni giorno con dedizione ed impegno fanno il loro lavoro in maniera impeccabile: Grazie ragazzi, Zio Fedele è così grazie a tutti voi… Cordialmente Zio Fedele”. 

Lo dichiara Zio Fedele, locale di via Zaleuco a Reggio Calabria, in una lettera inviata a StrettoWeb.