fbpx

Reggio Calabria, la lettera di una turista Toscana: “amo questa città ma è inconcepibile che sia tenuta così, non sembra di essere in Italia”

Reggio Calabria, la lettera di una turista Toscana: “amo questa città ma è inconcepibile che sia tenuta così, non sembra di essere in Italia. Una città civilizzata non dovrebbe avere paesi in cui ancora si taglia l’acqua, togliendo la dignità umana”

E’ duro lo sfogo di una turista Toscana che ha deciso di trascorrere qualche giorno a Reggio Calabria. La donna scrive: “amo la vostra città e non capisco come sia possibile vedere in Italia, si perché siamo in Italia siamo Italiani, una città così degradata, tenuta peggio di un paese del terzo mondo. Spazzatura ovunque, randagismo e animali morti, quando basterebbe creare strutture idonee, visto che gli animali sul territorio sono di competenza del Sindaco. Una città civilizzata non dovrebbe avere paesi in cui ancora si taglia l’acqua, togliendo la dignità umana. Potersi lavare, poter pulire un piatto: sono diritti alla persona che non possono essere tolti così a piacimento. Ripeto scusate lo sfogo ma sono una donna e non lavo i capelli da giorni”, conclude.