Reggio Calabria: Nuova Italia Unita propone il lancio di una compagnia di navigazione. Catalano: “collegheremo le estremità dello Stretto in modo rapido a prezzi ragionevoli” [INTERVISTA]

Reggio Calabria: Nuova Italia Unita propone il lancio di una compagnia di navigazione, puntando così ad una innovativa operatività pubblica

Dopo un’attenta analisi dei costi e delle opportunità di finanziamento già fin d’ora disponibili, il Movimento Nuova Italia Unita presenta “un’idea rivoluzionaria per la città, rendendola il soggetto di maggioranza e di controllo anche di una nuova compagnia di navigazione, così da rendere Reggio un vero polo di raccordo tra le rotte aeree, marittime e ferroviarie dell’intero bacino del Mediterrano”. “Dopo decenni passati ad “aspettare il ponte”, che comunque ci prodigheremo a che lo Stato finalmente lo realizzi, e sempre nell’ottica di una nuova Italia veramente unita, – precisa Luigi Catalano, coordinatore regionale della Calabria di NIU – intendiamo scavalcare le troppe promesse ascoltate fino ad oggi e anticipare i tempi, così da poter offrire, con estrema immediatezza ai cittadini di tutta l’area metropolitana, un servizio concreto ed importante, centrale nell’economia del territorio”. Continua Catalano: “Oltre ad una compagnia aerea, istituiremo anche una compagnia di navigazione propria della Città Metropolitana di Reggio, dotata di una flotta di Navi ed aliscafi veloci per collegare le estremità dello stretto in modo rapido ed efficiente, sempre a prezzi ragionevoli. La nuova società, lanciata con contributi a fondo perduto dell’Unione Europea fino all’85%, sarà partecipata principalmente dal comune di Reggio Calabria e dai comuni che fanno parte dell’area Metropolitana: sotto l’insegna di “Reggio Calabria MarLinee”.

“Da sempre chi amministra racconta all’opinione pubblica il proprio impegno e l’ingente investimento di risorse pubbliche per attrarre le compagnie e “trattare” migliori condizioni e tariffe vantaggiose per gli utenti, – annota Massimiliano Panero, segretario nazionale del partito – ma poi, alla prova dei fatti, le condizioni sono sempre improbe. Anche in questo caso occorre capovolgere completamente la questione: basta cedere ai ricatti delle grandi compagnie, la concorrenza verrà dal pubblico, con applicazione di tariffe calmierate e grandi opportunità di ricadute, sia nel contesto del servizio offerto, sia in termini occupazionali per il territorio”. Dove reperire le risorse per un progetto così ambizioso? “Come per la compagnia aerea – precisa Catalano – sono gli strumenti comunitari a consentire di coprire i costi di realizzazione e gestione iniziale, anche per una nuova compagnia di navigazione che, nel nostro progetto, partirà e sarà gestita principalmente dal Comune di Reggio Calabria e dai comuni della Città Metropolitana, forzando così il sistema dei monopoli delle compagnie presenti sul mercato. Lo slogan di Nuova Italia Unita “più Stato e meno privati” in questo caso declina in un progetto di ampio respiro, con competenti assunzioni pubbliche. “Reggio Calabria MarLinee” infatti permetterà di creare centinaia di posti di lavoro, a posto fisso e tempo indeterminato sul territorio, sottrarrà ricchezza ai colossi ed arricchirà il tessuto sociale, consentendo al Comune di investire in loco i cospicui guadagni derivanti da questa idea innovativa e rivoluzionaria”. “Occorre sfruttare le potenzialità e l’unicità dello stretto, – concludono Catalano e Panero – per puntare anche più in alto, andando ad offrire a Reggio e a tutto il suo territorio una reale visione di centralità nel bacino del Mediterraneo”. Nuova Italia Unita “punta a questo scopo: utilizzare appieno gli strumenti esistenti e disponibili, richiamare il successo del passato e progettare un grande futuro, dove la presenza del pubblico sia una garanzia di solidità e serietà partecipata e lo stimolo per interventi virtuosi da parte dei privati”.

Reggio Calabria: Nuova Italia Unita propone il lancio di una compagnia di navigazione, le parole di Luigi Catalano [VIDEO]