fbpx

Reggio Calabria, Falcomatà chiede al Governo l’invio dell’esercito “contro chi abbandona i rifiuti, in città c’è mercato parallelo di smaltimento illecito”

falcomatà

Reggio Calabria, il sindaco Falcomatà chiede l’Esercito per contrastare l’abbandono dei rifiuti

“Questa mattina sono stato in Prefettura e ho preso parte alla riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica che avevamo richiesto qualche giorno fa per affrontare la questione dei rifiuti. Ho ribadito la necessità di impiegare uomini e mezzi dell’Esercito per presidiare alcune zone critiche (come Ciccarello, rione Marconi, Arghillà e Mortara) per evitare abbandoni illeciti di rifiuti, in alcuni casi addirittura organizzati in una specie di mercato parallelo di smaltimento illecito di rifiuti speciali, ingombranti e materiale di risulta. Ho chiesto anche un supporto per la raccolta straordinaria delle microdiscariche su tutte le strade della città, soprattutto in periferia. Il Governo ci ha dato piena disponibilità su questo programma e questa mattina anche il Prefetto è stato molto disponibile a portare avanti le richieste della città. L’ho detto e lo ripeto: noi questa città la ripuliamo. Nonostante qualcuno continua a remare contro, nonostante tutto e tutti, verremo fuori definitivamente da questa emergenza. Ci stiamo facendo in quattro per raggiungere questo obiettivo, lavorando giorno e notte, senza risparmio di energie. E colgo l’occasione per ribadire che la stragrande maggioranza dei lavoratori Avr sono persone perbene che conoscono la fatica ed il sacrificio e sono lavoratori onesti. Qualcun altro no, come avete visto. Reggio deve essere difesa, amata, onorata e servita, dobbiamo farlo tutti. lo farò con tutti i mezzi che ho a disposizione”. E’ quanto afferma su Facebook il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà.