fbpx

Il Parlamento chiude per tre settimane, deputati e senatori vanno in ferie: eppure le promesse erano altre…

“Quest’anno niente ferie”, era la promessa fatta dai politici: invece il Parlamento chiuderà per 18 giorni

La politica non doveva andare in ferie. Almeno questa era la promessa iniziale fatta al popolo italiano dai politici stessi. Addirittura una nota sul sito online del Senato della Repubblica il 18 giugno, quando l’Italia era appena entrata nella Fase 3 del Coronavirus, avvertiva che Palazzo Madama alle ferie manco ci pensava e che per tutto agosto sarebbe rimasto aperto. Così come era rimasto aperto durante l’emergenza sanitaria per Covid, non ci sarebbe stata alcuna chiusura estiva. Lo aveva garantito la presidente Elisabetta Casellati, ma evidentemente non sarà così. Da domani invece, e fino al 31 agosto, i deputati (fino al 1 settembre i senatori) saranno in vacanza. Si tratta comunque di una “pausa” estiva molto più breve degli ultimi anni:  dal 1948 a oggi a Montecitorio solo altre 8 volte la pausa è stata inferiore ai 30 giorni. Qualche senatore inoltre dovrà garantire la propria presenza già il 18 agosto, quando il decreto legge sulle Semplificazioni verrà incardinato nell’Aula del Parlamento.