fbpx

Messina, sosta selvaggia a Torre Faro: “Necessaria sosta a pagamento anche nelle ore notturne” [FOTO]

/

Il Comitato MessinaNord è intervenuto con un comunicato sul fenomeno del parcheggio selvaggio a Torre Faro richiedendo l’istituzione del parcheggio a pagamento anche durante le ore notturne

Questa mattina abbiamo chiesto all’amministrazione nello specifico per le competenze ognuno designate, all’assessore Musolino e al vicesindaco Mondello di prendere provvedimenti urgenti per la viabilità del Borgo di Torre Faro poiché ogni fine settimana l’autobus o qualsiasi mezzo superiore alle 3,5 tonnellate rimane bloccato nella zona della Risacca dei Due Mari causando code chilometriche, inquinamento acustico, e smog, dovuto sempre all’inciviltà di qualcuno che parcheggia la propria auto in  un modo indescrivibile”, a scriverlo il Comitato MessinaNord in un comunicato volto a sollecitare le Istituzioni affinché intervengano per risolvere le ben note criticità legate alla circolazione stradale durante la stagione estiva nel borgo di Torre Faro.

Il caso riportato dal Comitato in questa occasione, solo l’ultima di una lunghissima serie, è relativo alla serata di ieri, 1 agosto, e riguarda un autobus della linea shuttle rimasto bloccato per 15 minuti davanti alla Risacca dei Due Mari, fatto che ha determinato il crearsi di una lunga coda.

Anche in questo caso un’auto parcheggiata male ha impedito la regolare svolta del bus. Nella zona vi sono presenti i dissuasori di sosta ma questo non impedisce il parcheggio selvaggio. Vi sono invece le famose strisce blu da qui questo comitato ha chiesto che venga posta la sosta a pagamento anche nelle ore notturne quindi impiegare gli ausiliari del traffico anche nell’area della risacca dei due mari così da verificare la regolare sosta e impedire un eventuale sosta selvaggia”.

Abbiamo inoltre chiesto all’amministrazione di impiegare una pattuglia nel fine settimana in un costante controllo di tutte le vie interne del paese prese d’assalto dalle persone che parcheggiano le auto in entrambe le corsie della strada creando disagi a chi abita in zona Soprattutto nella zona delle scuole e del Pilone, riducendo di molto la carreggiata, e rendendo difficoltoso un eventuale passaggio di un mezzo di soccorso”.

Inutile dire che la presenza della segnaletica stradale di divieto di sosta e fermata con rimozione coatta 0-24 è presente ma non rispettata. Quindi utilizzando anche una sola pattuglia della Municipale si riuscirà tranquillamente a educare al codice stradale molti cittadini, siamo sicuri che riusciranno a verbalizzare oltre 1000 macchine in poche ore.
Con rammarico possiamo dire che anche quest’anno l’estate volge verso la parte finale e a un mese circa dal termine ufficiale, nel villaggio Marinaro di Torre Faro non è cambiato quasi nulla rispetto gli anni passati.
Quindi ci domandiamo guardando al futuro se la prossima estate quella del 2021 sarà una fotocopia di quella di quest’anno oppure sarà realmente realizzata la ZTL le isole pedonali previste anche nel piano generale del traffico urbano, e soprattutto il villaggio sarà riqualificato e rivalutato turisticamente commercialmente e logisticamente puntando a far diventare Torre Faro una meta ambita in tutta Italia ponendola alla pari di altre realtà come Taormina Ortigia San Vito Lo Capo e altre località dove le parole si sono trasformate in realtà. Il borgo ha tutte le potenzialità per diventare una perla
”.